Simona Ventura in attesa del debutto con Paola Perego in un nuovo programma su Rai2 è alle prese con la seconda stagione di “Discovering Simo“, disponibile su Discovery + e in chiaro su Real Time dal 24 luglio. Un ritorno con una novità che non è passata inosservata tra gli addetti ai lavori, come segnalato dal sito DavideMaggio.it la padrona di casa avrà ancora il triplice ruolo di autrice, conduttrice e produttrice ma sarà affiancata da una nuova società di produzione, trattasi della Additive Ideas che vanta tra i fondatori Emanuele Berardi, figlio di Barbara D’Urso.

I rapporti tra le conduttrici non sono mai stati idilliaci, negli ultimi anni non sono mancate frecciatine e in onda sono state evitate citazioni. Berardi ha iniziato nel 2005 come assistente fotografo poi diventato fotografo, filmaker e producer, fino al 2018 con la nascita della sua casa di produzione, che pure vanta altri soci, che in questi anni ha prodotto film, documentari e spot.

Si tratta dunque di un debutto televisivo, Simona Ventura di fronte ai primi chiacchiericci ha deciso di affrontare l’argomento per spegnere le polemiche sul nascere. “Per la parte esecutiva mi sono affidata ad un gruppo di giovani assai talentuosi, la società di Additive Ideas. Tra i soci c’è anche il figlio di Barbara D’Urso, un giovane professionista molto capace che gode di tutta la mia stima! Viste le polemiche, vorrei sommessamente dire che, anche i cosiddetti ‘figli di’, hanno il diritto di costruirsi il loro futuro e dimostrare sul campo quello che sanno fare. Si chiama MERITOCRAZIA e io non perderò mai la speranza che, anche in Italia, questo possa contare!”, ha scritto sul suo profilo Instagram. Al momento non si registrano reazioni da Barbara D’Urso.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Simona Ventura (@simonaventura)

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Manu Chao torna a Genova vent’anni dopo il G8 e partecipa alla commemorazione di Carlo Giuliani: “Continuiamo a ricordare e denunciare”

next
Articolo Successivo

Mara Venier replica a Jerry Calà su FqMagazine: “Io la donna più importante della tua vita? Mi hai riempito di corna, ma che stai a dì” – VIDEO

next