L’altra faccia del successo, quella “più oscura”: la conosce bene Jaime Lorente, l’attore de La Casa di Carta, Il Segreto, Èlite o ancora El Cid. Lo ha raccontato a GQ Spagna: “Ho avuto bisogno di una terapia, ne ho bisogno e ne avrò bisogno di sicuro. Ho una persona che mi fissa una serie di linee guida perché, alla fine, quello che ho sofferto nel bene e nel male è stato improvviso, è stato molto intenso, è stato pesante”.

L’attore 29enne di Murcia ha voluto mostrare il proprio lato più umano, oltre le apparenze, calando letteralmente la maschera. Infine ha concluso: “Mi sono impegnato con me stesso e con le persone che mi vogliono bene, ho dovuto lasciarmi aiutare a fare tutto nel miglior modo possibile”. Ed ora non resta che attendere la quinta stagione della fortunata serie spagnola, manca sempre meno.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Boutique del falso, l’attrice Michela Quattrociocche smentisce: “Sono una collezionista di borse vere”

next
Articolo Successivo

Morto Libero De Rienzo, “ipotesi assunzione di droga”: la Procura apre un’inchiesta per “morte in conseguenza di altro reato” e dispone l’autopsia

next