di Lisa Fiore

Mi trovo completamente d’accordo con la posizione del premier Macron in merito all’obbligatorietà di avere il Green Pass vaccinale per poter svolgere le normali attività quotidiane nei luoghi pubblici e/o privati aperti al pubblico. Credo che anche in Italia dovrebbe valere lo stesso principio visto che una percentuale molto significativa di over 60 e non solo non procederanno a vaccinarsi (le ragioni poi sarebbero tutte da discutere e da verificare).

Chi si oppone a questo obbligo è vaccinato o fa parte della popolazione scettica? Sarebbe molto interessante sapere se personaggi di grande carisma come il sig. Salvini o la sig.ra Meloni (ma anche molti giornalisti e personaggi pubblici) che si battono per le libertà individuali, per le aperture a tutti i costi di locali e discoteche, per la scuola in presenza anche senza condizioni di sicurezza ecc. siano vaccinati o meno. Perché, visto sempre il loro grande carisma e l’ampio numero di proseliti, non partecipano ai vari spot per incrementare la campagna vaccinale?

Si potrebbe fare a meno di obbligare a mostrare il Green Pass se solo si raggiungesse un numero sufficiente di persone vaccinate. Parlare alla popolazione per “convincere” gli scettici a compiere un atto di civiltà potrebbe essere uno strumento per evitare “obblighi” e restrizioni individuali.

E’ singolare che nessuno abbia ancora pensato a chiedere a questi personaggi perché non facciano assolutamente nulla per incentivare la campagna vaccinale (dato che non vogliono obblighi di nessun genere) ed è altrettanto singolare che la campagna stessa sia diventata una questione politica: gli elettori del centrodestra sono i più scettici, mentre quelli del centrosinistra si vaccinano. Forse servirebbe davvero un intervento deciso di civiltà di chi ha la possibilità di essere ascoltato dal vasto popolo degli “scettici”: i no vax ora si mascherano grazie allo “scetticismo”… ma va bene così.

Il blog Sostenitore ospita i post scritti dai lettori che hanno deciso di contribuire alla crescita de ilfattoquotidiano.it, sottoscrivendo l’offerta Sostenitore e diventando così parte attiva della nostra community. Tra i post inviati, Peter Gomez e la redazione selezioneranno e pubblicheranno quelli più interessanti. Questo blog nasce da un’idea dei lettori, continuate a renderlo il vostro spazio. Diventare Sostenitore significa anche metterci la faccia, la firma o l’impegno: aderisci alle nostre campagne, pensate perché tu abbia un ruolo attivo! Se vuoi partecipare, al prezzo di “un cappuccino alla settimana” potrai anche seguire in diretta streaming la riunione di redazione del giovedì – mandandoci in tempo reale suggerimenti, notizie e idee – e accedere al Forum riservato dove discutere e interagire con la redazione. Scopri tutti i vantaggi!

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ddl Zan, Malpezzi in Senato: “Centrodestra ha già votato articolo 4, è figlio dell’emendamento ‘salva-idea’ di Costa. E ora vuole toglierlo”

next