È partito da Lignano Sabbiadoro Max90 Live, il tour di Max Pezzali che ripercorre i suoi più grandi successi. Il viaggio live durerà fino a settembre in attesa della grande festa il 15 e 16 luglio 2022 allo Stadio San Siro di Milano, rimandato ancora una volta a causa della pandemia in corso. Abbiamo incontrato Max Pezzali poco prima della sua prima data per farci raccontare come ha vissuto questo anno e mezzo di pandemia con uno sguardo rivolto al futuro.

Tornare in tour cosa rappresenta per te?
È suonare insieme, cantare insieme. Tornare a trasmettere con le parole e la musica quello che siamo abituati a fare.

Qual è stato il momento per te più difficile?
Probabilmente quando all’inizio nel primo grande lockdown c’era questa percezione di catastrofe assoluta senza via d’uscita. Durante il periodo pre-vaccino non si sapeva quando e come si sarebbe potuto superare l’emergenza. Parliamo dunque di marzo-aprile del 2020.

Cosa ti auguri per il futuro?
Per il futuro mi auguro un ritorno al passato, alla normalità per come la conoscevamo: la possibilità di aggregarsi e di divertirsi assieme ad altre persone e fare eventi e concerti senza alcun tipo di limitazione, infine di tornare a viaggiare nel mondo.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Raffaella Carrà, artista musicale con oltre 60 milioni di copie vendute nel mondo e il sogno di cantare negli stadi – Le hit da “Tuca Tuca” a “Rumore”

next