Ancora due milioni e 693mila italiani over 60 non hanno ricevuto la prima dose di vaccino e, quindi, non hanno alcuna protezione immunitaria contro il Covid-19. Il dato è riportato nell’ultimo aggiornamento settimanale del ministero della Salute. Emerge, inoltre, che negli ultimi sette giorni èstata somministrata la prima dose a sole 140mila persone in quella fascia d’età e che solo una piccola parte di queste (poco più di 20mila) ha ricevuto Vaxzevria (AstraZeneca) o Janssen (Johnson&Johnson), cioè i due composti consigliati agli ultrasessantenni.

In particolare, si ricava dal portale governativo dedicato alla campagna di vaccinazioni, sono ancora 354.563 gli over 80 senza alcuna iniezione di vaccino (il 7,79% del totale della popolazione di questa fascia), 813.389 nella fascia tra 70 e 79 anni (il 13,51%) e 1.525.839 tra i 60 e i 69 anni (il 20,20%). Rispetto ai numeri di sette giorni prima, hanno ricevuto la prima dose altri 15.088 cittadini ultraottantenni, 38.478 tra i 70 e i 79 anni, 86.621 tra i 60 e i 69. Alle 6 di sabato 26 giugno sono 17.284.028 gli italiani sopra i 12 anni che hanno completato il ciclo vaccinale, 48.933.081, invece, le somministrazioni totali dall’apertura della campagna (27 dicembre 2020).

“L’Italia sta facendo una grande campagna di vaccinazione. Negli ultimi due giorni, per due giorni di fila, abbiamo fatto circa 590mila somministrazioni in 24 ore. E’ un risultato straordinario“, ha detto a Napoli il ministro della Salute Roberto Speranza, a margine di un incontro con il candidato sindaco di Pd e Movimento 5 stelle Gaetano Manfredi. Nel capoluogo campano in queste ore si osserva uno stallo nelle prenotazioni, con la copertura vaccinale ferma al 62% della cittadinanza. “Il mio messaggio a tutti, a Napoli come in qualsiasi città d’Italia, è che dobbiamo insistere, perché il vaccino è l’unica grande arma che abbiamo per chiudere questa stagione difficile e aprirne una nuova. È un atto che ciascuno fa per sé e per la propria comunità“, ha detto Speranza.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Successivo

Variante Delta, tre casi al santuario di San Giovanni d’Andorno di Biella: tra i contagiati un vaccinato con due dosi

next