Per la seconda volta nel giro di pochi mesi, il principe Harry è tornato a Londra. Dopo un volo di dieci ore da Los Angeles è atterrato ad Heathrow e poi si è diretto a Frogmore Cottage, dove trascorrerà i canonici 5 giorni di quarantena imposti dal governo britannico come misura preventiva per l’emergenza Covid, visto il dilagare della Variante Delta. A pubblicare una ricostruzione fotografica del suo arrivo è il Daily Mirror, che ha immortalato il secondogenito di Carlo e Diana mentre saliva su un van dai vetri oscurati, da solo, ancora una volta senza Meghan Markle, rimasta in California ad accudire la neonata Lillibet Diana.

È il tabloid Sun, però, a sganciare l’indiscrezione-bomba: Harry avrebbe ricevuto la visita a sorpresa della regina Elisabetta, paparazzata mentre si dirigeva a Frogmore Cottage proprio pochi minuti dopo l’arrivo del nipote. Non è dato sapersi se i due abbiano effettivamente avuto un colloquio e se fossero da soli o con altri membri della famiglia reale, certo è che, data l’importanza anche simbolica dell’evento che ha fatto ritornare Harry a Londra, la Regina voglia tentare in ogni modo di mediare ed evitare nuovi scandali.

Il primo luglio ci sarà infatti il primo incontro ufficiale fra i principi William e Harry, dopo le polemiche seguite allo strappo del fratello minore assieme alla moglie dalla famiglia reale britannica e dopo l’occasionale scambio di battute avvenuto a conclusione dei funerali del nonno Filippo, consorte della regina Elisabetta, il 17 aprile scorso. I duchi di Cambridge e di Sussex parteciperanno infatti entrambi – senza consorti – all’inaugurazione della statua dedicata alla loro defunta madre, Diana, in programma giovedì 1 luglio nel giardino di Kensington Palace, residenza ufficiale di William. Si tratterà di “un breve evento” pubblico, secondo quanto ufficializzato oggi in una nota diffusa proprio da Kensington Palace, messo in calendario nel giorno in cui Lady D avrebbe compiuto 60 anni.

Evento a cui, oltre ai due ‘fratelli-coltelli’ di casa Windsor, parteciperanno anche alcuni stretti familiari Spencer di Diana, nonché gli autori del monumento: lo scultore Ian Rank-Broadley e il designer di architetture da giardino Pip Morrison. Ecco quindi che è probabile che la regina Elisabetta abbia voluto incontrare subito il nipote “ribelle” (in barba alla quarantena) per sondare il terreno ed essere certa che fili tutto liscio.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Charlene di Monaco, la principessa operata per la seconda volta alla testa: ecco cosa è successo

next
Articolo Successivo

Luisella Costamagna, il fuorionda imbarazzante ad Agorà: “Ma no, no! Non lo sopporto, li odio”. Gelo in studio

next