Attualità

Stasera la Superluna “di fragola: perché si chiama così e a che ora vederla

Attualità

Stasera la Superluna “di fragola: perché si chiama così e a che ora vederla

Stasera la Superluna “di fragola: perché si chiama così e a che ora vederla

Lo spettacolo sarà reso ancora più magico dal fatto che sarà anche l'ultima Superluna dell'anno

Conto alla rovescia per la Superluna dell’estate, prevista per la sera del 24 giugno e già nota come la Superluna di fragola. Lo spettacolo sarà reso ancora più magico dal fatto che sarà anche l’ultima Superluna dell’anno. A chiamarla Superluna, termine non scientifico ma ormai utilizzato comunemente per indicare la Luna piena più vicina alla Terra, è stato per la prima volta un astrologo nel 1979 che ribattezzò così il fenomeno in questione, con il nostro satellite che appare nel cielo un po’ più grande rispetto al normale (fino al 10% in più) e quindi anche la sua luminosità maggiore (15% in più).
“La notte del 24 giugno poco dopo essere passata alla minima distanza dalla Terra, la Luna raggiungerà anche la fase piena. Una ‘coincidenza’ – ha detto l’astrofisico Gianluca Masi, responsabile del Virtual Telescope Project – che viene popolarmente definita come Superluna perché in queste condizioni il nostro satellite ci appare un po’ più luminoso e un po’ più grande del solito. Una definizione che non ha alcuna valenza scientifica ma ha un indubbio fascino”.
Ma perchè questa Superluna è detta “di fragola”? Questo nome non ha nulla a che vedere con il suo colore né tantomeno con la sua forma ma è stato coniato dai nativi americani e tramandato fino ad oggi in onore della stagione di raccolta delle fragole, che negli Stati Uniti nordorientali e in parti del Canada orientale avveniva proprio nel mese di giugno. Nel Vecchio Continente, invece, questa luna è conosciuta anche come “luna delle rose“, in quanto si tratta delle settimana in cui questi fiori sbocciano, regalando il loro straordinario profumo. Sarà visibile da tutta l’Italia a partire dalle 20.40.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

James Michael Tyler, il ‘Gunther’ di Friends: “Ho un cancro alla prostata al quarto stadio”

next
Articolo Successivo

Myrta Merlino: “Io e Marco Tardelli stiamo male se non ci vediamo, se non stiamo vicini. Io ho bisogno di stare con lui”

next

Gentile lettore, la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 72 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e ogni utente può postare al massimo 150 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. I commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. Vi preghiamo di segnalare eventuali problemi tecnici al nostro supporto tecnico La Redazione

meteo