Diciamolo Indiana Jones può essere solo lui, anche a 78 anni e anche con qualche acciacco. Quindi si augura ogni bene e pronta guarigione al mitico Harrison Ford che si è ferito alla spalla mentre provava una scena di combattimento di Indiana Jones 5, il quinto capitolo appunto della saga dei Predatori dell’Arca perduta – ideato e diretto da Steven Spielberg in questa ultima avventura solo produttore – a cui tanto deve il cinema d’avventura. A riportare dell’incidente all’attore è il sito specializzato Deadline Hollywood. L’entità del suo infortunio non è stata ancora resa nota. Una dichiarazione ufficiale della Disney, che riporta l’accaduto, fa sapere che il regista James Mangold “continuerà a girare le scene intorno a Ford, mentre verrà valutato il trattamento appropriato per l’attore. Il programma delle riprese verrà riconfigurato secondo necessità nelle prossime settimane”.

La Disney ha fissato la data d’uscita del film della Lucasfilm per il 29 luglio 2022. La produzione è iniziata all’inizio di questo mese a Pinewood e in altre località del Regno Unito. Ford recita al fianco di Mads Mikkelsen, Phoebe Waller-Bridge, Boyd Holbrook, Shaunette Renée Wilson e Thomas Kretschmann. Steven Spielberg è ancora produttore insieme a Kathleen Kennedy, Frank Marshall e Simon Emanuel. Anche John Williams, che ha lavorato su ogni colonna sonora della saga, che ormai ha 40 anni, incluso il suo tema iconico, sta tornando come compositore. Ford aveva già subito un grave infortunio quando si era rotto una gamba nel corso di un incidente sul set all’interno dell’astronave Millennium Falcon mentre interpretava il ruolo di Han Solo in Star Wars: Il risveglio della forza nel giugno 2014 ai Pinewood Studios di Londra.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Marco Bellocchio, perché la Palma d’oro a Cannes ha un significato storico

next
Articolo Successivo

Settimana generosa per le uscite in sala. Tra ‘School of Mafia’, ‘A quiet place 2’ e altri titoli

next