Otto persone sono state arrestate dai carabinieri di Venezia per la tentata rapina in una gioielleria di piazza San Marco del 17 marzo 2017. L’operazione coordinata dall’Europol e in collaborazione con i dipartimenti di polizia francese, austriaca, estone e finlandese si è conclusa con il fermo dei membri di una banda estone specializzata in assalti a gioiellerie di lusso in Europa. Nella tentata rapina a Venezia, i ladri utilizzarono due bombe fumogene come diversivo così da far pensare a un attacco terroristico. Il colpo fu sventato grazie a un turista che aveva fatto accorrere le forze dell’ordine in tempo.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Variante indiana, due focolai a Brindisi e 8 casi in attesa di conferma. In Puglia 25 contagiati

next
Articolo Successivo

Caos di opinioni sul mix vaccinale. L’Ema: “Articoli scorretti, rapporto rischi-benefici di AstraZeneca resta positivo”

next