Dopo aver vinto i primi due set – 7/6 6/2 – il greco Stefanos Tsitsipas cede tutti gli altri tre – 6/3, 6/2 e 6/4, al serbo Novak Djokovic che trionfa così sulla terra rossa del Roland Garros a Parigi. Il numero uno del ranking quindi con una rimonta che premia talento e carattere conquistando per la seconda volta in carriera il trofeo. Una sfida agguantata dopo una maratona durata 4 ore e 12′. Con questa vittoria Djokovic ha collezionato il 19esimo titolo il carriera in una prova del Grande Slam. Il fuoriclasse, reduce dalla vittoria in semifinale contro Rafael Nadal, deve mettere in campo tutta la sua classe per ottenere il secondo successo in carriera sulla terra parigina dopo quello del 2016. Con questo successo il numero 1 del mondo si porta a un solo titolo dalle 20 affermazioni in prove del Grande Slam di Roger Federer e Nadal. Tsitsipas, che ha perso da campione la sua prima finale in uno Slamsalirà al numero 4 del mondo.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Roland Garros, quell’urlo rabbioso di Djokovic dopo aver battuto Matteo Berrettini è la prova della crescita del tennis italiano

next