La quinta generazione della Kia Sportage si presenta in una veste stilistica inedita, quasi ardita, e con interni all’insegna della digitalizzazione. Il costruttore non ha fornito le specifiche tecniche del prodotto anche se quest’ultimo continuerà a giocarsela nel segmento delle Sport Utility in zona 4,5 metri di lunghezza. In Europa la nuova Kia Sportage arriverà a settembre, offrendo motorizzazioni elettrificate e, a richiesta, la trasmissione a quattro ruote motrici.

“Reinventare Sportage ha dato ai nostri talentuosi team di progettazione un’enorme opportunità per creare qualcosa di nuovo traendo ispirazione dal recente rilancio del marchio e dall’introduzione di EV6. Tutto questo ci permette di offrire alla clientela un Suv dal design moderno ed altamente innovativo. Con il nuovissimo Sportage non volevamo semplicemente fare un passo avanti ma elevarci ad un livello superiore nella categoria dei Suv”, spiega in una nota ufficiale Karim Habib, Senior Vice President e Head of Global Design Center: “Quando si potrà vedere dal vivo il nuovissimo Sportage, con la sua linea elegante ma fortemente improntata alla dinamica, e quando ci si potrà sedere all’interno dell’abitacolo caratterizzato dall’ampio utilizzo di materiali naturali e di elevata qualità, si potrà constatare il raggiungimento degli obiettivi definiti per stabilire nuovi parametri di riferimento. Nel nuovo Sportage si percepisce il futuro del nostro marchio e dei nostri prodotti”.

All’interno, strumentazione e infotelematica sfruttano due generosi pannelli lcd che campeggiano all’apice della plancia, mentre le funzioni di climatizzazione si controllano tramite comandi dedicati, posti alla base del ponte di comando. E non mancano accessori come il riscaldamento della corona del volante e la climatizzazione dei sedili. In generale, poi, è evidente il salto in avanti in termini di qualità percepita.

Il costruttore, come accennato in precedenza, non ha fornito dettagli tecnici sulle motorizzazioni: tuttavia, visto che la base tecnica della Sportage è quella della cugina Hyundai Tucson, è lecito attendersi la presenza in gamma di un quattro cilindri 1.6 turbodiesel da 116 CV di potenza, di un’unità ibrida turbobenzina di medesimo frazionamento da 230 CV e, a seguire, di un powertrain ibrido plug-in con batteria da 13,8 kWh e circa 50 km di autonomia in modalità di marcia 100% elettrica. Gli ibridi in questione dovrebbero essere accoppiati a un cambio automatico a 6 marce e alla trazione integrale.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Peugeot 308 si rinnova e punta anche sull’ibrido ricaricabile – FOTO

next
Articolo Successivo

Renault Mégane E-Tech Electric, ecco il crossover a batteria – FOTO

next