Fininvest ha ceduto l’intera partecipazione detenuta in Mediobanca, ossia circa il 2% del capitale, per un controvalore di circa 174 milioni di euro. L’operazione, si legge in una nota, rientra in una logica di “razionalizzazione e di ribilanciamento del proprio portafoglio di investimenti finanziari”. La quota è stata acquistata da un unico operatore finanziario e si tratta di Unicredit. E’ quanto apprende l’Ansa da fonti di mercato. La società della famiglia Berlusconi era entrata nell’azionariato di Mediobanca nel 2007.

La domanda è se il gruppo di Piazza Gae Aulenti abbia già un compratore a cui girare il 2% di piazzetta Cuccia. Una delle strade ipotizzate porta al patron di Luxottica Leonardo Del Vecchio, che di Unicredit è socio e che di Mediobanca, dove è entrato in parallelo con l’uscita dal capitale della banca oggi guidata da Andrea Orcel , è già il primo azionista. Se ci sarà il via libera della Banca centrale europea, potrà salire al 20% di piazzetta Cuccia. Mediobanca significa anche Generali, il primo gruppo assicurativo italiano di cui la banca d’investimento è primo azionista con il 13%. Leonardo Del Vecchio è già azionista diretto della compagnia triestina con il 4,8%.

La quota di Fininvest era parte dell’accordo di consultazione che raggruppa il 12,6% della banca e che ha come unico vincolo per i partecipanti quello di non procedere in autonomia ad operazioni che facciano sorgere l’obbligo di Offerta pubblica di acquisto, vale a dire salire sopra il 30% dell’azionariato. Oltre a Del Vecchio e Fininvest altri azionisti di peso di Mediobanca sono oggi il gruppo Mediolanum (3,3%), la famiglia Benetton (2,1%), il gruppo francese di Vincent Bollorè (2,8%) e FinPriv che riunisce soci storici della banca come Pesenti e Pirelli (1,6%). Vincent Bollorè è peraltro anche azionista di maggioranza del gruppo Vivendi che ha da poco raggiunto una tregua con Mediaset dopo una battaglia per conquistare i canali di Berlusconi.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Autostrade, aumenti di stipendio per amministratore delegato e manager in vista della cessione a Cassa depositi e prestiti

next
Articolo Successivo

Rcs, dopo la vittoria di Blackstone nel lodo Solferino ora Cairo rischia di dover risarcire il fondo (ma c’è l’ipotesi conciliazione)

next