Claudio Baglioni, “un cantastorie dei nostri giorni“, come recita il titolo del suo secondo disco, compie 70 anni. Il cantautore nato il 16 maggio 1951 nel quartiere romano di Montesacro (da qui nasce la sua canzone “’51 Montesacro”), nel suo mezzo secolo di carriera – 16 album originali, 12 album dal vivo, 3 album da interprete e numerose raccolte vendute in oltre 60 milioni di copie – è un simbolo della musica italiana nel mondo.

IL MURALES – Per l’occasione, i fan hanno pensato di dedicargli un murales in piazza di San Felice da Cantalice 20 a Roma, presso la casa-famiglia Casa San Felice, gestita dal parroco dell’omonima chiesa nel quartiere romano di Centocelle. L’opera, dello street artist Mauro Palotta in arte Maupal, raffigura un primo piano dell’artista e le note e alle parole di ‘Strada facendo’, celebre brano del 1981. “È una sorpresa indescrivibile – commenta Baglioni sui social -. Ma come vi è saltato in mente?!? Nel quartiere dove sono stato bambino e adolescente. A Centocelle, dove sono diventato un ragazzo. Nella piazza in cui son salito, per la prima volta, su un palco senza lontanamente immaginare quel che sarebbe accaduto in seguito. Su una parete della casa famiglia San Felice proprio davanti a quel palchetto del tempo che fu. L’avete pensata bella. Una gran cosa per una buona causa. Il mio apprezzamento e la mia gratitudine non hanno voce e parole sufficienti e adeguate“.

“È una sensazione bizzarra e stupefacente – continua Baglioni -. E, per una volta tanto, fa davvero piacere essere ‘sbattuti su un muro’. Un muro, che in quegli anni, temevo si alzasse per sempre tra me e tutti gli altri e che oggi si fa testimonianza di un incontro che dura da allora. Un insieme di piccole storie vissute o mai risapute che la vita ha narrato nel romanzo di ognuno di noi. Nello stesso momento ringrazio coloro che con doni e pensieri diversi si sono ricordati di me e della mia prossima età. Sono tanti di numero e ciascuno con la sua firma e la sua fantasia. A tutti vorrei dire il mio bene perché a darlo non ne sarei capace. Si cresce e ci si fa grandi ma non si smette mai di essere timidi e schivi. A combattere il tempo come si fa? Si può battere ancora a tempo di musica. Sul tempo che va”.

GLI AUGURI – Tanti i messaggi di auguri pubblicati in queste ore sui social da fan, amici e colleghi. Tra questi spicca quello di Gianni Morandi: “Auguri al mio grande Capitano”, ha scritto il cantante bolognese pubblicando una foto che li ritrae insieme abbracciati sul palco del tour ‘Capitani Coraggiosi’, il loro progetto comune del 2015 e 2016, diventato anche un doppio album live. E, ancora, la sindaca di Roma Virginia Raggi: “Auguri a #ClaudioBaglioni, che oggi festeggia 70 anni. Un artista che ha saputo tradurre in musica e parole le nostre emozioni, che ha sempre dimostrato amore per la sua città. Buon compleanno Claudio, Roma ti abbraccia”, ha scritto su Twitter.

L’EVENTO – Una giornata come le altre, aspettando di poter condividere con il pubblico il suo nuovo progetto artistico. Claudio Baglioni trascorrerà all’insegna della normalità il giorno del suo 70esimo compleanno, nell’attesa del debutto in streaming, fissato per il 2 giugno, dell’opera pop-rock-sinfonica “In questa storia che è la mia“, tratta dal suo omonimo album di inediti uscito il 4 dicembre scorso. A rallegrarlo ci penseranno i suoi tanti fan sui social, che stanno già preparando sorprese speciali per la festa del loro beniamino. Un evento eccezionale non solo nell’ideazione – parole e musiche di Claudio Baglioni, direzione artistica di Giuliano Peparini – ma soprattutto nella realizzazione. In tempi normali, infatti, non sarebbe mai stato possibile dar vita a un’opera che trasforma in ambiente scenico ogni spazio – retropalco, palchi, golfo mistico, platea, foyer, camerini e corridoi – del Teatro nel quale va in scena, che è poi il Teatro dell’Opera di Roma. Lo show-evento verrà trasmesso in streaming, il 2 giugno, alle ore 21, sulla piattaforma ItsArt: il nuovo sipario digitale voluto dal Ministero della Cultura per teatro, musica, cinema, danza e ogni forma d’arte, live e on-demand, con contenuti disponibili in Italia e all’estero. Uno spettacolo totale, dove artista, orchestra, coro e parte del corpo di ballo del Teatro dell’Opera di Roma, rock-band, vocalist, danzatori, performer e acrobati (188 artisti e musicisti in tutto) animano ogni angolo della struttura, illuminando, oltre al palcoscenico, tutti quegli spazi che, solitamente, non sono luoghi di rappresentazione.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Claudio Baglioni compie settant’anni: un artista onesto, rigoroso e dal grandissimo talento

next
Articolo Successivo

Morto Franco Battiato: il cantautore siciliano aveva 76 anni

next