Kim Kardashian è stata citata nei documenti legali come importatrice di un’antica statua romana che le autorità statunitensi avevano bloccato alla dogana di Los Angeles nel 2016. L’opera sarebbe stata rubata dall’Italia e farebbe parte di una spedizione di antichità, mobili e oggetti decorativi del valore complessivo di circa 750mila dollari con “importatore Kim Kardashian”.

La decisione americana si baserebbe, infatti, sul parere di un archeologo italiano il quale ritiene che la statua, indicata nel procedimento come Atena Samian di Myron, sia stata “saccheggiata, contrabbandata ed esportata illegalmente”. La notizia, riportata tra gli altri da People, sta facendo il giro del mondo e la super influencer da 218milioni di follower ha preso le distanze: “Riteniamo che possa essere stato acquistato usando il suo nome senza autorizzazione e poiché non è mai stato ricevuta, non era a conoscenza della transazione. Incoraggiamo un’indagine e speriamo che venga restituita ai legittimi proprietari”, ha riferito un suo portavoce.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Vaccino Pfizer, “possibile gonfiore al viso per chi ha fatto il filler”

next
Articolo Successivo

Il monologo di Crozza: “Concertone? Fedez spara su Salvini. Pd e M5s chiedono le dimissioni dei vertici Rai che hanno nominato loro”

next