In una recente intervista nel programma Heart Radio, Pink ha ripercorso i giorni di terrore che ha vissuto lo scorso anno quando ha scoperto di essere positiva al Covid. La sua preoccupazione più grande è stata quella di non riuscire a proteggere il figlio di 4 anni, Jameson, anche lui positivo: “È stato davvero brutto. Pensavo di morire e ho riscritto il mio testamento“.

Il marito di Pink, Carey Hart e la loro primogenita Willow fortunatamente non sono stati contagiati. Proprio parlando di sua figlia, l’artista ha detto: “Ho chiamato la mia migliore amica e le ho detto ‘Ho solo bisogno che tu dica a Willow quanto la amo‘”. E ancora: “Come genitore, pensi: ‘Cosa lascio a mio figlio? Cosa sto insegnando loro? Ce la faranno in questo mondo?'”. Solo lo scorso anno, la star internazionale aveva raccontato i primissimi sintomi e poi la guarigione. La forza di aver combattuto con tenacia il virus insieme al figlio l’aveva portata a compiere un grande gesto di generosità: “I test devono essere accessibili a tutti, dobbiamo proteggere la nostra comunità”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Successivo

Chi è Giulia Torelli che ha scatenato un caos con questa frase: “Nuove generazioni poca voglia di farsi il cu*o. Cracker e tonno e a testa bassa”

next