Clubhouse è finalmente in arrivo su Android. L’app social basata sulla comunicazione verbale, dopo aver raccolto moltissimi consensi e aver incrementato il proprio numero di iscritti su iOS, sembra finalmente pronta al suo esordio sugli smartphone non-Apple. Quando sarà disponibile?

A condividere questa notizia sono stati i sempre attenti colleghi di Xda-Developers, i quali hanno parlato di quello che dobbiamo aspettarci dal futuro dell’applicazione diventata virale negli ultimi mesi. Secondo la testata, Clubhouse avrebbe iniziato a lavorare sulla propria applicazione per Android già lo scorso gennaio, quando l’azienda ha ricevuto un nuovo round di investimenti guidati da Andreessen Horowitz.

Oltre alla nuova applicazione per Android, nei progetti del social ci sarebbero anche il Creator Grant Program che permetterebbe ai più attivi e seguiti di monetizzare i propri sforzi, incentivando quindi la partecipazione attiva.

I piani sembrano procedere per il verso giusto e secondo le ultime voci l’azienda starebbe già testando la propria applicazione per Android in beta.

Clubhouse ha recentemente condiviso le novità sull’ultima versione tramite un post sul proprio blog in cui evidenzia alcuni dei cambiamenti introdotti nell’app iOS. Il post ha anche rivelato che l’azienda ha iniziato a distribuire una prima versione beta della sua app per Android ad alcuni tester, con l’intenzione di “accogliere più utenti Android… nelle prossime settimane“.

Clubhouse al momento è disponibile e accessibile solo tramite dispositivi iOS e, visto l’enorme interesse suscitato nel pubblico, i principali concorrenti come Facebook, Telegram, Twitter e Instagram stanno tutti cercando di sviluppare delle soluzioni alternative per accaparrarsene gli utenti. Avrebbe senso quindi per Clubhouse pubblicare la propria app Android il prima possibile.

Al momento non è stata condivisa pubblicamente una timeline per l’arrivo dell’applicazione a tutti gli utenti Android, tuttavia vista l’esistenza di una prima versione beta già distribuita in test non dovrebbe mancare poi così tanto all’arrivo di una versione definitiva.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

RIVOLUZIONE YOUTUBER

di Andrea Amato e Matteo Maffucci 14€ Acquista
Articolo Precedente

Android o HarmonyOS? Ecco un confronto tra gli aspetti principali

next
Articolo Successivo

Huawei MateBook X Pro: notebook compatto e versatile, con sconto di 499 euro

next