Con un sintetico ma efficace post sul proprio blog, Google ha annunciato l’arrivo di sei novità che raggiungeranno molto presto gli utenti che utilizzano Android e le app o i servizi che l’azienda di Mountain View mette a disposizione. Si parla di sicurezza, praticità ma anche comodità nell’utilizzo degli smartphone. Quale di queste funzioni aspettate più impazientemente?

Il post sul blog di Google si apre con le novità riguardanti la sicurezza degli utenti. Lo strumento di controllo delle password integrato in Google Chrome verrà ora esteso a tutto l’ecosistema Android.

Sugli smartphone Android è infatti possibile salvare le proprie password in modo sicuro per velocizzare l’accesso alle varie app e ai siti web. Ora il vostro dispositivo sarà in grado di avvisarvi se queste password sono state compromesse e se c’è necessità che vadano cambiate al più presto.

Novità anche per l’applicazione Messaggi, sulla quale Google sta puntando molto soprattutto per diffondere ed abituare gli utenti ad utilizzare i nuovi protocolli di comunicazione RCS. Molto presto i messaggi che scriverete tramite l’app potranno essere programmati per l’invio in un secondo momento, funzione molto utile che altre app di messaggistica già supportano da tempo.

TalkBack, il servizio che aiuta gli utenti non vedenti o ipovedenti a navigare nell’interfaccia del telefono e gli permette di interagire con lo smartphone in maniera più semplice, è stato aggiornato migliorando alcuni aspetti del proprio funzionamento. Google afferma di aver raccolto i feedback dei propri utenti e di aver migliorato il servizio di accessibilità accogliendo alcune delle loro richieste.

Finalmente il tema scuro è in arrivo su Google Maps. Dopo tanti leak, anticipazioni grazie al codice dell’app e indiscrezioni che sono circolate in rete nelle ultime settimane, finalmente l’applicazione per la navigazione di Google riceverà un vero e proprio tema scuro. Gli utenti potranno liberamente scegliere se utilizzare il tema nuovo o quello classico con la prevalenza di toni chiari.

Google Assistant ora è più potente che mai! Google permette ora all’assistente vocale di eseguire molte più operazioni anche con lo schermo dello smartphone bloccato, sempre che l’utente decida di abilitare questa funzionalità. L’azienda descrive così le nuove funzionalità di Assistant:

“Assistant ora funziona meglio anche quando il telefono è bloccato o dall’altra parte della stanza con nuove schede che possono essere lette con un solo sguardo. Basta dire ‘Ehi Google, imposta una sveglia’ o ‘Ehi Google, riproduci musica pop su Spotify’. Per ottenere il massimo dall’Assistente quando il telefono è bloccato, basta attivare i risultati personali della schermata di blocco nell’impostazione dell’Assistente e dire ‘Ehi Google’ per inviare messaggi di testo ed effettuare chiamate”.

Android Auto migliora con nuove funzionalità e alcuni cambiamenti dell’interfaccia utente. Oltre a poter scegliere il proprio sfondo personalizzato, Android Auto ora mostra nuovi collegamenti rapidi nella schermata principale che vi permetteranno di eseguire in maniera più rapida i vostri task, come chiamare un contatto o controllare le previsioni meteo con Assistant.

Parlando di comandi vocali, ora Google Assistant in Android Auto permette di intrattenere voi e i vostri passeggeri con dei divertenti giochi a cui potete partecipare solamente con la vostra voce come Jeopardy.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Realme Narzo 30A, debutta il nuovo smartphone economico

next
Articolo Successivo

Sony FX3: sembra una fotocamera ma è una cinepresa digitale professionale

next