In una serata piovosa nell’East London, dozzine di giovani si mettono in fila fuori da un angusto centro della comunità per raccogliere riso, verdure e altri generi alimentari essenziali. Gli studenti stranieri che sono venuti in Gran Bretagna per perseguire i loro sogni si sono trovati immersi nella povertà causata dalla pandemia. The food bank, che distribuisce cibo tre sere a settimana, è diventata un’ancora di salvezza.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Argentina, uso personale di vaccini Covid per fare immunizzare gli alleati politici: si dimette Ministro delle salute

next
Articolo Successivo

Vaccini, il piano per i paesi poveri in ritardo e con pochi soldi rischia di vanificare la lotta al virus. Italia tra i paesi più avari

next