Federica Pellegrini, Mara Maionchi, Frank Matano (al suo sesto anno da giudice) e Joe Bastianich di nuovo giudici di “Italia’s Got Talent” con, alla conduzione, sempre Lodovica Comello. Nella clip di presentazione dello talent tutti i protagonisti sono catapultati nell’antica Roma con Matano in versione schiavo ad intrattenere Federica Pellegrini, Joe Bastianich e Mara Maionchi. Lodovica Comello invece dai luoghi più belli di Roma intona il successo dei Morcheeba del 2000 “Rome wasn’t built in a day”. Un omaggio doveroso alla città eterna dal momento che le puntate sono state registrate a Roma, a Cinecittà, tra settembre e ottobre, in un nuovo studio, alla presenza del pubblico nel rispetto dei protocolli di sicurezza anti-Covid in vigore in autunno. L’appuntamento è da stasera su Tv8 tutti i mercoledì, alle ore 21.30, con sette puntate di audizioni e la finale live. La finale sarà sempre live con 12 finalisti.

“È stato un lavoro duro che è durato un anno. – ha confermato Eugenio Bonacci, Chief Strategy Officer di Fremantle -. Non abbiamo ancora finito di montare delle cose, le stiamo ultimando e sulla puntata del live stiamo già lavorando per produrre uno show che sia all’altezza con tutti i protocolli da rispettare. Lo scorso marzo ci siamo adattati in corsa e abbiamo chiuso con una situazione di emergenza totale. A 48 ore dal Live ci avevano comunicato che era impossibile avere gli spettatori tra il pubblico e Joe Bastianich non ha potuto lasciare l’America per raggiungerci. Non c’erano ancora le mascherine disponibili per tutti. Abbiamo lavorato con impegno a distanza e rispettando tutti i protocolli anche questa estate, durante la selezione delle oltre tremila persone”.

Tutto ruota attorno alle esibizioni e al Golden Buzzer posto al centro del tavolo della giuria. Il pulsante dorato è a disposizione dei giudici, durante la fase di audizioni, una sola volta per mandare un talento direttamente in finale. “Con il Golden Buzzer ognuno di noi ha cercato qualcosa un qualcosa che corrispondesse alla nostra visione del talento – ha spiegato Federica Pellegrini -. Mi sono affezionata alla produzione al programma e ai colleghi ed è una pausa che mi fa bene. Le registrazioni delle audition si sono svolte tra settembre e ottobre. Ora mi sto allenando perché a fine marzo ci saranno le selezioni olimpiche. Incrociamo le dita. Dopo lo stop del lockdown non è stato facile recuperare ma lo avevo messo in conto. Faccio di tutto per arrivare a bomba a fine marzo”.

OLTRE TREMILA ISCRITTI, TUTTI VOGLIONO CANTARE

Il numero degli iscritti per partecipare al programma è stato esattamente: 3204. Il 36% proviene dal Sud, il 33% dal Nord, il 25% dal Centro, il 6% dall’Estero. Il canto da solista è la performance più gettonata con il 25%, seguito dal ballo (19%) e dal gruppo vocale (11%). Il 24,70% degli iscritti ha un’età compresa tra i 26 e i 40 anni, mentre il 24,08% ha tra i 18 e i 25 anni: il concorrente più giovane ha solo 6 anni, il più anziano 84. A voler partecipare soprattutto liberi professionisti, studenti, panettieri, pizzaioli, architetti, operai, professori, guardie giurate, netturbini, marketing manager, giardinieri, parrucchieri, pensionati, artisti di strada, falegnami, ballerini, ingegneri e attori.

SPOILER: SOPRACCIGLIA E ADDOMINALI A RITMO DI MUSICA

Durante le sette puntate non mancheranno alcune esibizioni divertenti come l’omaggio ai Kiss da parte di un eccentrico pattinatore di 35 anni, la danza a colpi di lazo di due fratelli, le melodie del maestro Ennio Morricone rivisitate da una “ocarina” umana, un poetico passo a due di una 74enne con un affascinante ballerino, un numero di verticalismo ballerino eseguito da un chihuahua, non mancheranno le sopracciglia snodatissime a ritmo di musica mentre c’è chi farà ondeggiare senza sosta i suoi addominali scolpiti.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Francesca Brambilla, le rivelazioni su Higuain: “È ossessivo-compulsivo”

next
Articolo Successivo

Pomeriggio 5, Guendalina Tavassi contro Giulia Salemi: “A Venezia con la *** di fuori, è disposta a tutto”

next