È morto Larry King. Il popolare conduttore di talk-show televisivi ed ex intervistatore della Cnn è stato stroncato a 87 anni dal Covid-19. Era ricoverato al Cedars Sinai Medical Center di Los Angeles da un mese circa. Le sue condizioni erano apparse fin da subito gravi ed era stato classificato come paziente ad alto rischio, non solo per motivi anagrafici, ma anche per i suoi molti problemi di salute.

Diventato celebre per le sue maniche di camicia sempre arrotolate e le onnipresenti bretelle, con le sue interviste a leader mondiali, personaggi dello spettacolo e persone ordinarie ha segnato il modo di raccontare la realtà: nel corso della sua carriera, ne ha fatte oltre 50mila.

Nella sua lunga carriera, ha condotto il ‘Larry King Live‘ sulla Cnn dal 1985 al 2010, uno dei più longevi il talk show americani, e negli ultimi tempi conduceva il ‘Larry King Now‘ su Hulu e RT America, oltre al domenicale ‘Politicking with Larry King’ sugli stessi due canali online. Nella sua lunga carriera ha intervistato tutti i presidenti americani a partire dal 1974, oltre a celebrità politiche come Yasser Arafat e e Vladimir Putin e personaggi del mondo dello spettacolo del calibro di Marlon Brando, Liza Minelli, Frank Sinatra e Barbra Streisand.

King, all’anagrafe Lawrence Harvey Zeiger, era nato a New York il 19 novembre 1933 ed era affetto da diabete di tipo 2. Nel corso degli anni aveva sofferto di diversi attacchi di cuore che, nel 1987, lo avevano portato a sottoporsi a un intervento chirurgico di bypass quintuplo. Nel 2017, il conduttore aveva rivelato che gli era stato diagnosticato un cancro ai polmoni ed era stato sottoposto con successo a un intervento chirurgico per curarlo.

Il suo esordio nel mondo dei mass media risale al 1957 com il disc-jockey presso una stazione radio di Miami Beach, in Florida. Fu in quel periodo che, dietro consiglio del suo manager, cambiò il suo cognome in King. Nel 1978 divenne commentatore di partite di football americano, ma il successo arrivò nel 1985 con la nascita del suo talk show, il ‘Larry King Live‘, in onda sulla Cnn per 25 anni.

Larry King si è sposato otto volte ed è stato anche fidanzato con il ministro Rama Fox dal 1992 al 1995. Ha avuto cinque figli, dei quali Andy e Chaia sono morti nel 2020, rispettivamente a seguito di un attacco cardiaco e per un tumore ai polmoni. Gli altri figli non hanno potuto visitarlo durante il suo ricovero in ospedale, a causa delle rigide misure sanitarie per il Covid del Cedars Sinai Medical Center.

Memoriale Coronavirus

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Armie Hammer cannibale, l’ex fidanzata: “Mi ha proposto di farmi asportare una costola e mangiarla al barbecue”

next
Articolo Successivo

Bernie Sanders ride del meme che ha fatto il giro del mondo: “Se sapevo che sarebbe diventato virale? Cercavo solo di stare al caldo”

next