Wall Street accoglie il nuovo presidente Joe Biden con un nuovo record storico, quello del listino Nasdaq che supera i 13.467 punti, con un rialzo nell’ultimo anno di oltre il 43%. L’indice è spinto anche dal boom di uno dei suoi “gioielli”, ossia Netflix che dopo aver comunicato risultati migliori delle attese e un incremento degli abbonati favorito anche dai lockdown vede il suo titolo volare del 17%. Ma in generale è tutta la borsa statunitense ad essere ben intonata. Le trimestrali dei big sono state sinora incoraggiante, oggi la banca d’affari Morgan Stanley ha comunicato un aumento degli utili del 22% nel 2020 a 10 miliardi di dollari. I mercati sono soprattutto sedotti dal nuovo maxi piano di stimoli all’economia da 1.900 miliardi di dollari annunciato da Biden.

Nelle 11 settimane trascorse tra le elezioni del 3 novembre e ieri, l’indice S&P 500, il più rappresentativo di Wall Street, è salito del 12,76%. Un rally che colloca il neo presidente Biden al secondo posto nella classifica dei nuovi presidente e delle performance sui mercati, dopo il repubblicano Herbert Hoover, eletto nel 1928 e che ha portato ad un rialzo del 13,29% tra il giorno delle elezioni e quello del suo insediamento alla Casa Bianca. E’ giusto tuttavia dare a Trump quel che è di Trump, durante i 4 anni della sua presidenza lo stesso indice ha registrato un progresso di oltre il 50%. Un risultato che Trump non ha mancato di rimarcare nel suo discorso di congedo di questa mattina. Va però detto che quello attuale è un periodo piuttosto particolare per i mercati statunitensi e per quelli di tutto il mondo, sostenuti dalle vigorose ed ultra espansive politiche monetarie delle banche centrali.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Gualtieri: “Varati aiuti per 108 miliardi di cui 48 per le imprese. Ora intervento perequativo che guarderà a perdite dell’intero 2020”

next
Articolo Successivo

Inviata al Parlamento la lista dei commissari per le 59 opere da velocizzare: sono dirigenti di Anas, Rfi e ministero delle Infrastrutture

next