Lai Chi-wai ha realizzato un’impresa storica: scalare i 250 metri della Torre Nina di Hong Kong in sedia a rotelle. È il primo paraplegico a riuscire in un’impresa simile, portata a termine in poco più di 10 ore. Nel 2011 il 37enne rimase vittima di un incidente stradale che lo costrinse sulla sedia a rotelle. Dopo l’accaduto, però, Chi-wai ha ripreso il suo sport, il climbing, sviluppando un sistema di corde specifico per la scalata in carrozzina. “Ero un pò spaventato, questa non è una montagna dove aggrapparsi alle corde, ma un palazzo di vetri”, ha dichiarato l’atleta. “Ho dimenticato di essere disabile, ho preferito pensare di poter continuare a sognare e fare ciò che mi appassiona

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

70 cani morti per la “muffa assassina” presente nel cibo per animali: ecco il marchio sotto accusa

next
Articolo Successivo

“Spaventato dall’idea di tornare a casa a causa del Covid”, vive per tre mesi in aeroporto: scoperto e arrestato

next