70 i cani morti di muffa assassina presente nel cibo per animali. La tragica conta di quadrupedi deceduti a seguito della tossicità di crocchette e alimenti in scatola per cani e gatti arriva dal midwest dagli Stati Uniti. Nell’occhio del ciclone ci è finita la Midwestern Pet Food, una grossa azienda di cibo per animali con sede nell’Indiana che produce decine di sottoprodotti tra cui SportMix, Pro Pac Originals, Splash, Sportstrail e Nunn Better. Le confezioni di alimenti con queste etichette sono state ritirate dal mercato dopo che solo a dicembre 2020 sarebbero morti una trentina di cani consumatori solo di quel cibo.

Altre decine di animali morti si sono aggiunti nelle settimane a seguire, ed altre decine sono cani e gatti rimasti ammalati dopo aver ingerito il cibo della Midwestern Pet Food. È stata la stessa azienda in una nota a spiegare la causa dell’avvelenamento dei poveri animali. Si tratta di una particolare muffa, l’aflatossina, che si forma su mais e altri cereali e che in quantità eccessiva può risultare letale. I sintomi del suo ingerimento sono spossatezza, mancanza d’appetito e vomito. La Food and Drug Administration ha aperto un’inchiesta per chiarire le responsabilità dell’accaduto. Nel frattempo ogni scatolina uscita dai capannoni Midwestern Pet Food è stata ritirata dagli scaffali di tutti i negozi e supermercati del Midwest.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Cia svela i dossier segreti sugli Ufo: tutti gli avvistamenti che confermerebbero la “visita periodica” degli extraterrestri

next
Articolo Successivo

Scala una torre di 250 metri in sedia a rotelle: l’impresa storica del climber. Le immagini

next