La regina Elisabetta e il principe Filippo hanno ricevuto il vaccino contro il coronavirus. I due reali, 94 e 99 anni, sono stati vaccinati con il siero messo a punto da Pfizer-BioNTech data la loro età avanzata. Un importante segnale per il Paese e una presa di posizione da parte della Regina sull’importanza della vaccinazione. I reali, come fatto sapere in precedenza, non hanno avuto alcun privilegio quanto alle tempistiche previste sul vaccino ma sono stati trattati insieme alla fascia più anziana della popolazione. Intanto, il principe Filippo sta per compiere 100 anni ma ha fatto sapere di non avere alcuna intenzione di occuparsene. Secondo Vanity Fair Uk “non vuole avere niente a che fare con i festeggiamenti per il suo centesimo compleanno”. E il Telegraph rincara: “Abbiamo un prossimo festeggiato molto riluttante e ingrugnito a dire poco“. D’altronde, proprio lui disse “non riesco a immaginare niente di peggio che vivere fino a 100 anni, sto già cadendo a pezzi“. E il solitamente poco “polite” Express ha arricchito il tutto con un dettaglio abbastanza macabro (ben conosciuto dai fan della serie The Crown). Se è vero che ogni membro della Royal Family ha un nome in codice previsto per il suo funerale, sembra essere trapelato quello del principe: “Operazione Forth Bridge.” Il nome si riferisce uno dei posti più amati di Edumburgo, patrimonio UNESCO.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Un morto e quattro turisti intrappolati dentro una cascata ghiacciata

next
Articolo Successivo

Sei ranger uccisi nel Parco nazionale di Virunga: “I miliziani hanno teso un’imboscata alle guardie”

next