Creator ma anche doppiatore e attore. Maurizio Merluzzo ha quasi 900mila iscritti al canale Youtube e 500mila follower su Instargam. 34enne, sportivo: pratica uno stile di vita impeccabile. Anche lui è stato colpito dal Covid-19: “Ho avuto febbre alta e forti dolori muscolari (…) Con una tac mi hanno trovato la polmonite, che però è curata bene tramite la loro terapia”. L’ha scoperto dopo aver trascorso due giorni in un pronto soccorso, dove è stato portato quando l’ossigenazione nel sangue era calata drasticamente. “Lì la situazione è brutta”.

Le sue parole sono quelle di chi ha visto con i propri occhi, e vissuto con la propria pelle, l’attuale situazione sanitaria: “Attendevo un letto per il ricovero, che non arrivava, perché era tutto pieno. Quindi ero stato ammassato nei corridoi su una barella insieme ad altra gente (…) Sono stati due giorni molto pesanti, la situazione al pronto soccorso era assurda, con gente ammassata sulle barelle. Eravamo 60 persone. I medici e gli infermieri hanno fatto turni devastanti. In due giorni ho visto gente urlare, piangere e anche essere portata via causa decesso. È successo nella barella poco adiacente alla mia. Ho visto tanta sofferenza e non erano tutti anziani, ma c’erano anche miei coetanei”.

Così, anche facendo forza sull’influenza che ha su chi lo segue, Maurizio Merluzzo ha voluto lanciare un messaggio ai cosiddetti negazionisti. A chi pensa che il virus non esista, o che possa colpire solo le persone più fragili del Paese. “Non ho mezza patologia pregressa, ho sempre avuto uno stile di vita sano e alimentare impeccabile, quindi posso dire con tutta sincerità che, se avete qualche amico negazionista o conoscete la solita gente che non mette mascherine, urla alla dittatura sanitaria… vi prego di sputargli in faccia con discreta forza e magari dirgli di farsi un paio di giorni al pronto soccorso per vedere in che situazione di merda ci troviamo”. Ora il creator racconta di trovarsi in isolamento nella sua abitazione, le condizioni di salute sono migliorate.

Memoriale Coronavirus

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Successivo

Selvaggia Roma “usa una parola con intento spregiativo e offensivo per le persone con la sindrome di Down. Si prendano provvedimenti”

next