Oltre che un modello nuovo di zecca, per Kia la nuova Sorento rappresenta una sorta di manifesto tecnologico: dal 2002, anno della sua introduzione, ne sono state realizzate oltre tre milioni di unità. E la nuova generazione sarà la prima a essere proposta sul mercato esclusivamente con motorizzazioni hybrid e plug-in hybrid. Peraltro Sorento è il primo veicolo basato sulla nuova piattaforma globale per vetture di media/grandi dimensioni di Kia e assicura fino a sette posti e una generosa spaziosità interna.

“L’evoluzione del Sorento negli ultimi 18 anni fa eco a quella del marchio Kia nel suo insieme. Ciò che è stato inizialmente lanciato nel 2002 come funzionale veicolo fuoristrada, oggi, con la quarta generazione, è stato trasformato in qualcosa di completamente diverso, diventando un vero e proprio suv di alta gamma capace di esprimere al massimo le potenzialità qualitative e stilistiche del marchio”, sostiene Giuseppe Bitti, Amministratore Delegato di Kia Motors Company Italy: “Per Kia questo lancio è molto importante perché rappresenta inoltre l’introduzione della tecnologia ibrida nella gamma del nostro suv di punta. Sorento è uno dei prodotti che hanno fatto la storia di Kia nel nostro Paese e ora siamo pronti a rilanciarlo in veste del tutto innovativa e al passo con i tempi grazie al massimo dell’offerta in termini di tecnologia ibrida”.

Il nuovo modello misura 10 mm in più rispetto al suo predecessore (ora 4.810 mm), ma presenta sbalzi anteriori e posteriori più contenuti. L’interasse è cresciuto di 35 mm, a tutto vantaggio della spaziosità interna. Nell’abitacolo spiccano i due display digitali del cruscotto: il quadro strumenti digitale da 12,3 pollici destinato al driver è gemellato con un sistema di infotainment e navigazione touchscreen da 10,25 pollici che si estende fino al centro della consolle (ma l’allestimento di ingresso prevede quello da 8”). Il bagagliaio, in configurazione a cinque posti, ha una capacità minima superiore agli 800 litri.

Sorento Hybrid è spinta da un turbobenzina di 1,6 litri e da un motore elettrico da 44,2 kW, alimentato da un pacco batterie ai polimeri di litio da 1,49 kWh. La potenza massima è di 230 Cv, mentre la coppia motrice tocca quota 350 Nm. La trasmissione è gestita da un cambio automatico a 6 marce. Ancora più potente la Sorento ibrida plug-in: qui il quattro cilindri 1,6 litri turbo, che da solo sprigiona 180 Cv e 265 Nm di coppia, è abbinato a un motore elettrico da 66,9 kW e 304 Nm di coppia, collegato a un pacco batteria ai polimeri di litio da 13,8 kWh ad alta capacità. Ne risulta una potenza massima di sistema di 265 Cv con 350 Nm di coppia. Inoltre, le batterie di grande capacità consentono di viaggiare a emissioni zero per alcune decine di chilometri. Il modello plug-in, infine, prevede le quattro ruote motrici.

Fra le tecnologie di ausilio alla guida figurano la frenata automatica di emergenza con rilevamento di pedoni, ciclisti e veicoli, il mantenimento automatico della propria corsia di marcia e il cruise control adattivo. Tre gli allestimenti – Business, Style ed Evolution – con prezzi a partire da 44.500 euro.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Auto elettriche, l’Acea lancia l’allarme: “Pochi punti di ricarica in Europa”

next
Articolo Successivo

Auto elettriche e ibride, a settembre meglio del diesel in Europa. E’ record

next