“Non sono stato all’altezza del mio popolo, che ha riposto grande fiducia in me”. Kim Jong-un si commuove, durante il discorso pubblico per i 75 anni della fondazione del Partito dei Lavoratori, sottolineando gli errori che ha commesso alla guida della Corea del Nord. Nel video, diffuso dalla tv di Stato, si vedono anche i militari e i funzionari piangere. Il Paese si trova in una crisi senza precedenti a causa delle sanzioni internazionali, dei disastri naturali che lo hanno colpito e, quasi sicuramente, a causa del Covid (sul quale Kim Jong-un aveva detto: “Da noi non esiste”).

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Cina, dopo il Covid la parola d’ordine è consumi interni. E lo Stato controlla chi fa turismo in patria: privacy violata? No, sicurezza

next
Articolo Successivo

Parigi, attacco al commissariato di polizia con fuochi d’artificio e spranghe: le immagini

next