“L’Italia è un fiore all’occhiello“. E poi: “Questo governo non ha agito male, i risultati dimostrano che siamo tra i più provveduti nel combattere il coronavirus”. E ancora: “L’esecutivo fa benissimo a imporre regole più rigide“. Fino alla difesa delle mascherine: “Questa storia mi ha stancato: servono, mettetele e non rompete le scatole“. A sorpresa – e al di là di ogni sospetto – Vittorio Feltri difende l’operato di Giuseppe Conte e dei suoi ministri nella gestione della pandemia da Covid-19. E lo fa sia dalle pagine del giornale che dirige, Libero, con un editoriale dal titolo Tutto sommato il nostro Paese è il più efficiente, sia in collegamento a L’Aria che tira, su La7. I giornalisti di Libero, come ha spiegato Feltri, hanno analizzato i dati dei contagi nel mondo (e in Europa) e si sono accorti che l’Italia è tra i Paesi che sta facendo meglio di tutti. “Non posso negare la realtà”, ha detto Feltri a Myrta Merlino, “ma non sono un filogovernativo”. “Dovremmo ringraziare il cielo se non addirittura l’esecutivo presieduto da Conte, che tutto sommato ha fatto meglio dei suoi colleghi stranieri – è un passaggio del suo fondo – ha adottato misure liberticide, che però hanno salvato la pelle a tante persone”.

Video La7

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Enrico Mentana indossa la mascherina nell’intervista alla ministra Azzolina: “Non volevo dare il cattivo esempio”

next
Articolo Successivo

Borgonovo contro tutti a Piazzapulita: “Io ho la mascherina e voi no. State violando la legge”. Ferrario: “Siamo distanti quasi 3 metri”

next