A Wuhan riaprono le scuole. Nella città dove è nata la pandemia di coronavirus, gli studenti sono tornati fra i banchi di scuola. Mascherina obbligatoria nelle fasi di assembramento, in ingresso e uscita, non necessaria in classe. Molti i controlli di sicurezza messi in atto dalla città della provincia dell’Hubei: disinfezione delle mani, misurazione della temperatura, e insegnamento in classe della giusta metodologia di lavaggio delle mani. Nella sola Wuhan, hanno riaperto i battenti un totale di 2.842 asili, oltre a scuole primarie e secondarie, accogliendo circa 1,4 milioni di alunni. Secondo Wang Chifu, vicedirettore dell’ufficio scolastico cittadino, gli studenti delle scuole primarie e secondarie a Wuhan devono portare con sé le mascherine, ma non dovranno indossarle in classe.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

New York, De Blasio rinvia di 11 giorni la riapertura delle scuole. Sindacati: “Serve sicurezza, abbiamo bisogno di più tempo”

next
Articolo Successivo

Coronavirus, “nel Regno Unito l’ondata invernale potrebbe provocare 85mila morti”

next