“In copertina, la coppia più bella e dolce dell’estate: il super capitano Francesco Totti con la figlia Chanel, che a 13 anni è un fiore“. Così la direttrice di Gente, Monica Mosca, presenta la storia di copertina del settimanale in edicola. Ma la foto, “esclusiva” del rotocalco, è finita al centro delle polemiche: Chanel, appena adolescente, viene ritratta di spalle, in mare, in costume da bagno. Il volto è stato sfocato con i pixel, perché è minorenne, ma tutto il resto è bene in evidenza, in particolare il lato B.

Più che sulla vacanza in famiglia, l’attenzione del giornale si concentra sulla ragazza e sul suo aspetto fisico: lo conferma il titolo, che la definisce “la gemella di mamma Ilary“. Somiglianza impossibile da dedurre con il volto coperto, come fa notare il giornalista Ciro Pellegrino che in una serie di tweet invita i colleghi a ripassare la Carta di Treviso, il codice deontologico firmato a protezione dei minori e dello sfruttamento della loro immagine. “Un titolo a caso – risponde Debora – Hanno oscurato il viso, volevano solo una scusa per per buttare una tredicenne in copertina” scrive, ricordando un caso simile, che riguardava Aurora Ramazzotti, figlia della conduttrice Michelle Hunziker.

Spero che Totti quereli il giornale” scrive un utente. “Fai caciara che t’appoggio”, risponde una ragazza, rivolgendosi al Capitano in dialetto romanesco. In molti su Twitter fanno appello a non retwittare la foto, o a condividerla sfocando la ragazza o coprendola con un adesivo, in modo da non contribuire ulteriormente alla diffusione della foto di un’adolescente. “State sessualizzando l’immagine di una donna minorenne“.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Jack Sherman, morto il chitarrista degli esordi dei Red Hot Chili Peppers. Il ricordo del frontman Anthony Kiedis: “Era un uomo unico”

next
Articolo Successivo

Attività fisica, pasti in compagnia e niente fumo: le regole per invecchiare bene (fin da giovani)

next