Mamma e figlia sono praticamente identiche, nonostante i 30 anni di differenza. Al punto che una volta il marito della figlia ha dato una pacca sul sedere alla madre per poi ritrovarsi in una situazione imbarazzante: “Eravamo vestite allo stesso modo e siamo fisicamente identiche”, ha raccontato la figlia. La storia è quella di Dawn Hubsher, 60enne star di reality show che vive in Florida e della figlia Cher che di anni ne ha 30 e vive a New York. Le due donne hanno raccontato al Daily Mail che da piccola Cher faceva fatica ad avere una mamma così visibilmente più giovanile delle altre: una volta diventata adolescente la cosa ha cominciato a piacerle, al punto da invitare la madre al suo addio al nubilato. “Ci scambiano sempre per sorelle – ha raccontato Cher – Quando un ragazzo usciva con me diceva ‘so come sarai tra 30 anni'”. Certo, il dubbio che non si tratti solo di “natura” può venire… Ma le due affermano che si tratta di una somiglianza assolutamente autentica. E mamma e figlia hanno scritto un libro per raccontare la loro vita “da sorelle”.

Visualizza questo post su Instagram

From the good ol’ Sunday Fundays ???? to the current LAS= Lazy Ass Sunday’s ????. I gotta say, I’m loving this mom life????. My typical Sunday’s consists of staying in PJs all day, doing laundry, playing with Belle while listening to some tunes, and relaxing as much as possible! Sounds pretty good right????????‍♀️? What’s your typical Sunday like? ????????. . Btw …. if you don’t already have our book, ‘A Bond That Lasts Forever’ make sure to pick one up for yourself and for a friend or family member this holiday season. Link in bio. If you already have the book, let me know what you think of it in the comments below ????????❤️???? thanks for the support loves, it means the world to us! Xoxo

Un post condiviso da Cher (@cherhubsher) in data:

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Festeggia l’addio al nubilato con gli amici bevendo gin fatto in casa: donna di 34 anni muore nel sonno

next
Articolo Successivo

Neonato ucciso appena nato: arrestata la killer dopo 30 anni, sua madre

next