Un Truman Show del calcio: il fiore all’occhiello del pallone europeo offerto ai telespettatori tutto in meno di 20 giorni, tutto racchiuso in 6 stadi, per un’overdose di calcio nel mese che per antonomasia è quello delle fantasie di mercato e semmai delle partite a beach con gli amici. La pandemia di coronavirus ha costretto l’Uefa a offrire il meglio, le fasi finali di Champions ed Europa League, nel momento peggiore per giocare a calcio: agosto. Più di 5 mesi dopo le ultime partite europee, con l’Atalanta che conquista i quarti di finale, proprio partendo dalla Lombardia e da Bergamo il mondo si è fermato, congelando tutto. Ora la stagione 2019/20 vede incredibilmente la fine: restano da assegnare le due Coppe più importanti. E sarà un’edizione a suo modo unica: partite quasi ogni giorni, giocatori chiusi in una bolla e la nuova formula adottata.

LA FORMULA: SOLO SCONTRI DIRETTI
La più importante novità sono infatti gli scontri diretti: addio alle partite andata e ritorno, ci si gioca tutto in 90 minuti giocando sempre nelle stesso posto. Come fosse un Mondiale, per intenderci. Quarti, semifinali e finale di Champions League andranno in scena tutti a Lisbona, nei due stadi di Benfica e Sporting, con i calciatori “in isolamento” per evitare che il Covid rovini la festa. Prima dei quarti ci sono però ancora da giocare i rimanenti ottavi di finale: in Champions, manca ancora la gara di ritorno tra Juventus e Lione (che si giocherà a Torino) e il Napoli sarà ospite a Barcellona. Poi devono giocare Manchester City-Real Madrid e Bayern Monaco-Chelsea. Teatro dell’Europa League sarà invece la Germania, nello specifico le città di Gelsenkirchen, Duisburg, Colonia e Düsseldorf. In questo caso si parte direttamente dagli ottavi, già a gara secca.

IL CAMMINO DELLE ITALIANE
Come detto, l’unica italiana già certa di essere ai quarti di finale è l’Atalanta, uscita vittoriosa dal doppio scontro con il Valencia proprio mentre la pandemia cominciava a colpire l’Europa. I nerazzurri affronteranno il Paris Saint-Germain, la squadra delle stelle Neymar e Mbappe. Il vantaggio è che il campionato francese è rimasto fermo e il Psg potrebbe essere ancora poco rodato: se alla squadra di Gasperini riuscisse l’impresa, incrocerebbe in semifinale la vincente di Atletico Madrid-Lipsia. La Juventus invece deve ancora guadagnarsi il biglietto per Lisbona: contro il Lione perse 1-0 all’andata. Tra le mura amiche, ma senza tifosi, serve una vittoria con due gol di scarto. In Portogallo la strada sarebbe subito in salita: nei quarti i bianconeri incontrerebbero una tra Real e City. Per il Napoli invece è già proibitiva la sfida con il Barcellona. Si parte dall’1-1 del San Paolo: significa che agli azzurri serve una vittoria o un pareggio con almeno due reti segnate, anche se i blaugrana sembrano avere più di qualche crepa. Poi ci sono Inter e Roma, impegnate in Europa League contro altre due spagnole. Per Conte c’è il Getafe che ha terminato ottavo in Liga con 2 punti nelle ultime 5 giornate. Per Fonseca il Siviglia dell’ex ds giallorosso Monchi, una squadra che questa competizione l’ha già vinta 5 volte.

LE PARTITE: DATE, ORARI E DOVE VEDERLE
L’abbuffata di calcio europeo comincia mercoledì 5 agosto proprio con gli ottavi di finale di Europa League, che proseguono anche giovedì 6. Poi il 7 agosto toccherà a Juventus-Lione, sabato invece c’è Barcellona-Napoli. Le partite di Champions League saranno tutte visibile su Sky, mentre Mediaset manderà in chiaro i due ottavi delle italiane e poi una gara per turno. L’Europa League è a sua volta tutta visibile su Sky, mentre su Tv8 in chiaro è prevista ‘Diretta gol‘, con le immagini alternate da tutti i campi, oppure la trasmissione in diretta di una singola partita.

Gli ottavi
Mercoledì 5 agosto – Inter-Getafe (Sky, su Tv8 Diretta gol), ore 21
Giovedì 6 agosto – Siviglia-Roma (Sky), ore 18.55
Venerdì 7 agosto – Juventus-Lione (Sky e Canale 5), ore 21
Sabato 8 agosto – Barcellona-Napoli (Sky e Canale 5), ore 21

Quarti di finale di Europa League
Lunedì 10 agosto – Manchester United/Lask Linz-Istanbul Basaksehir/Copenaghen, ore 21
Lunedì 10 agosto – Inter/Getafe-Rangers/Bayer Leverkusen, ore 21
Martedì 11 agosto – Olympiakos/Wolverhampton-Siviglia/Roma, ore 21
Martedì 11 agosto – Wolfsburg/Shakhtar Donetsk-Eintracht Francoforte/Basilea, ore 21

Quarti di finale di Champions League
Mercoledì 12 agosto – Atalanta-Paris Saint Germain, ore 21
Giovedì 13 agosto – Lipsia-Atletico Madrid, ore 21
Venerdì 14 agosto – Napoli/Barcellona-Bayern Monaco/Chelsea, ore 21
Sabato 15 agosto – Real Madrid/Manchester City-Juventus/Lione, ore 21

Semifinali di Europa League
Domenica 16 agosto, ore 21
Lunedì 17 agosto, ore 21

Semifinali di Champions League
Martedì 18 agosto, ore 21
Mercoledì 19 agosto, ore 21

Finale Europa League: Venerdì 21 agosto, ore 21
Finale Champions League: Domenica 23 agosto, ore 21

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Siviglia, un caso di covid nel club spagnolo che tra una settimana gioca con la Roma: Europa e Champions League a rischio

next
Articolo Successivo

Juventus-Lione, i bianconeri tentano la rimonta all’Allianz Stadium per proseguire in Champions. Orario e dove vederla

next