“Se non conoscete nessuno che sia stato in terapia intensiva e vi permettete di instillare il dubbio che la pandemia sia stata fantascienza vi presento un mio amico che causa Covid ha dovuto subire un trapianto di polmoni a 18 anni. Poi fare silenzio ogni tanto non fa male eh”. Così Fedez ha replicato in un tweet alle parole di Andrea Bocelli che ieri, intervenendo a un convegno sul Covid 19 in Senato, ha detto di essersi sentito “umiliato e offeso come cittadino quando mi è stato vietato di uscire di casa”, manifestando poi “qualche dubbio su questa cosiddetta pandemia”.

Il rapper ha pubblicato anche uno scatto che lo ritrae assieme a un giovanissimo paziente che è stato ricoverato nel nuovo reparto di terapia intensiva del San Raffaele di Milano costruito a tempi record grazie alla raccolta fondi organizzata insieme alla moglie Chiara Ferragni e che a seguito dei danni causati dal coronavirus è stato costretto a subire un trapianto di polmoni a 18 anni.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Bocelli, quando il cantante invitava a stare a casa: “La situazione è molto seria, è fondamentale attenersi alle regole anti Covid”

next
Articolo Successivo

Fabio Rovazzi rompe il silenzio: “Sono stato inghiottito nel buio totale”

next