Sono riprese le operazioni di recupero del corpo di Naya Rivera che è stata dichiarata “presunta morta”. La star americana della serie tv ‘Glee‘ è scomparsa lo scorso 8 luglio durante una gita in barca. Le autorità temono che l’attrice di 33 anni sia annegata nel lago Piru, in California, ma ancora non è stata trovata nessuna traccia del corpo e si teme che possa essere intrappolato sul fondale del lago. Suo figlio di 4 anni è stato trovato solo sulla barca presa a noleggio: indossava un giubbotto di salvataggio e ha riferito agli investigatori che lui e sua madre erano andati a nuotare e che era tornato sulla barca, mentre Naya “non è mai uscita dall’acqua”. Tutti i colleghi e amici di Glee hanno espresso messaggi di speranza per lei, tranne Lea Michele, 33 anni, al nono mese di gravidanza. L’attrice ha anzi cancellato il suo profilo Twitter proprio dopo essere stata attaccata dai fan della serie per il suo silenzio: “Vorremmo ci fossi tu al posto suo”, si leggeva tra i commenti. C’è addirittura chi sospetta c’entri qualcosa con l’incidente. Sul set di Glee i rapporti non sono mai stati idilliaci e in molti hanno parlato di una “maledizione” vista la quantità di morti tra attori e maestranze, in giovane età. Intanto Lea ha cancellato l’account e l’ultimo post riguardava alcune accuse di razzismo che le erano state mosse sempre dagli utenti social.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Smart working dalle Barbados: la proposta del governo per lavorare (e rilassarsi) dal’isola dei Caraibi

next
Articolo Successivo

Belen Rodriguez, Stefano De Martino e Alessia Marcuzzi: “lo strano caso del fiore viola”

next