E alla fine è arrivata una conferma allo scoop di Dagospia. Dal settimanale Oggi, per l’esattezza. Di che cosa stiamo parlando? Della notizia flash data dal sito di Roberto D’Agostino: la storia tra Belen e Stefano De Martino sarebbe finita per via della scoperta di un flirt tra lui e Alessia Marcuzzi. Scoperta fatta da chi? Da Belen. “Durante il lockdown Belen stava giocando con l’iPad di Stefano insieme al figlio. Nell’iCloud, la nuvoletta di memoria che collega e sincronizza tutti i dispositivi apple, piovevano in diretta i whatsapp che Alessia stava mandando a De Martino“. Questo quanto si legge. Insomma, la storia sembrerebbe avere più di una conferma. Il conduttore di Made in Sud si è subito affrettato a smentire, Marcuzzi ha fatto una ‘mezza battuta con un post’, Belen tace. Quale sarà la prossima mossa nel gossip che tiene banco su tutte le pagine rosa?

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ennio Morricone morto, il commovente omaggio della Amerigo Vespucci: il comandante suona “Tema d’amore” al pianoforte

next
Articolo Successivo

Belen Rodriguez rompe il silenzio: “Mai successo niente, nessun messaggio, nessun iPad”. Ma Roberto D’Agostino dice altro…

next