Un cane azzanna due gemelline appena nate e le uccide. Avevano 26 giorni di vita le piccole gemelle ritrovate dalla mamma senza vita nel loro appartamento di Piripà, nello stato nord orientale di Bahia, in Brasile. Uno dei due cani di casa, un meticcio di taglia media, le ha improvvisamente azzannate. Il fatto è accaduto proprio mentre la mamma era andata ad aprire la porta dopo che un vicino aveva suonato al campanello. Appena la donna è tornata in camera da letto dove dormivano le bimbe ha scoperto cosa era successo e a nulla è servita la successiva corsa verso il locale ospedale municipale dove i medici purtroppo hanno solo potuto accertare la morte delle piccole Anne e Analú. Secondo quanto riportano alcune testate locali, i familiari delle bimbe uccise hanno affermato che nessuno dei due cani aveva mai mostrato segni di aggressività. I due cani erano stati adottati dalla giovane coppia trentenne circa cinque anni fa. Un familiare ha spiegato al Sun che il cane riceveva molte meno attenzioni dalla nascita delle gemelle: “Ha sviluppato una forma di gelosia”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Vive da dieci anni con un proiettile nel cervello: “Avevo una possibilità su 1 milione di sopravvivere, ora faccio una vita normale”

next
Articolo Successivo

Infermiera assiste a un incidente stradale il giorno delle nozze: si ferma a soccorrere la vittima in abito da sposa

next