Si accende la tv d’estate tra riconferme e novità attese ma anche discusse. Così Tv8 prova a rafforzare la fascia mattutina affidandosi al duo formato da Alessio Viola e Adriana Volpe con Alessandro Banfi, in arrivo da La Vita in Diretta, come capoautore. Un debutto che però non ha convinto il pubblico, visto da appena 98.000 telespettatori con l’1% di share, segnando l’1,53% nella prima parte e lo 0,76% nella seconda. Quasi il 50% in meno rispetto ai prodotti in replica o ai film a costo zero. Un prodotto sicuramente non low budget che necessità però di tempo e rodaggio, deve calibrare i temi e aumentare il feeling tra i conduttori, con Viola più in palla della Volpe. La partenza è sicuramente deludente ma per bilanci più credibili bisognerà aspettare. La trasmissione che doveva proporsi come alternativa ha in qualche modo scimmiottato i contenitori del mattino della tv generalista. Forse questo il più grande limite.

“Il mio ritorno, da tempo, faceva parte delle conversazioni tra me e l’ad Fabrizio Salini. A lui l’idea piaceva, io sentivo il richiamo del giornalismo tipo canto delle sirene. È tutto quello che pensavo di fare: non volevo fare né la manager né il capo del mondo, solo il mio mestiere. Si sono create le condizioni perché accadesse”, aveva dichiarato Monica Maggioni a Repubblica presentando il suo programma Sette Storie. La trasmissione, finita nel mirino per i costi elevati, ha però deluso alla prima fermandosi al 7,65% di share con soli 700 mila telespettatori. Un risultato molto negativo, anche in virtù dell’importante traino de Il Giovane Montalbano in replica sopra il 22% di share.

Può sorridere Marco Liorni, partenza positiva per Reazione a Catena. Il quiz ha ottenuto 2.100 telespettatori con il 18,63% di share nell’anteprima e 3.264.000 con il 22,75% di share nel programma vero e proprio. Al bis il presentatore si mostra più sicuro, a suo agio senza sbrodolarsi. Accompagna il gioco, non lo invade. Un game che è sinonimo di freschezza e dal 2007 conferma la sua forza sul fronte auditel. Le coppie formate da Alessandro Baracchini e Barbara Capponi a “Unonmattina Estate” e Beppe Convertini e Anna Falchi a “C’è tempo per” sono sembrate televisivamente deboli con poco appeal sul pubblico e molto dipendenti dal gobbo. Per valutare i risultati sarà necessario attendere, i loro debutti sono stati condizionati negli orari: il contenitore informativo è andato in onda fino alle 9.20 (800 mila telespettatori con il 17.1%) mentre lo spazio dedicato alla terza età ha visto slittare la sua partenza alle 11.20 (1.275.000 e il 12,46%).

La versione estiva de La Vita in Diretta è stata vista da 1.389.000 spettatori con uno share del 15.3%. Alla conduzione una brava Andrea Delogu, con fatica alle prese con la cronaca nera e convincente negli spazi leggeri, e l’emozionatissimo Marcello Masi. Un contenitore con pochi guizzi e con toni troppo cupi, almeno d’estate si potrebbe alleggerire evitando blocchi lungi sui diversi omicidi. Non solo Tv8 e Rai1, un debutto anche su La7 per la coppia Telese-Parenzo, il loro In Onda ha ottenuto 1.118.000 con il 5,53% di share.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Stasera Italia, Gianfranco Vissani contro Gennaro Migliore: “Basta stupidaggini, non capite niente. È una vergogna”

next
Articolo Successivo

Io e Te, Milena Vukotic in imbarazzo per la richiesta di Pierluigi Diaco: “Non riesco”

next