E se la ricerca dell’anima gemella avvenisse capovolgendo il principio noto del corteggiamento: se ci spogliassimo di tutto per incontrare la donna o l’uomo con cui trascorrere la serata? Naked Attraction dopo essere diventato un caso internazionale sbarca in Italia, il gruppo Discovery ha acquistato i diritti e lo trasmetterà dal prossimo 16 giugno sulla piattaforma a pagamento Dplay Plus. Senza censure, aggiungiamo. Senza mutande, senza reggiseni, senza niente.

In ogni puntata Anna Richardson, questo il nome della conduttrice, accompagna nel loro percorso un uomo e una donna nella scelta di un partner. Al concorrente, se così si può definire, vengono mostrate sei persone completamente nude, presenti in una teca di vetro, anche se lo svelamento avviene in maniera graduale, partendo, per la gioia dei feticisti, dai piedi per arrivare poi al volto e infine mostrare, ripetiamo senza censure, le parti intime. Non si cerca l’amore della vita, per essere chiari. Anche se nel corso del gioco, si scoprono alcuni dettagli sulle personalità e vite dei partecipanti. Qui non conta la simpatia e nemmeno l’affinità caratteriali.

Il single dopo aver scelto tra le sei persone presenti dovrà a sua volta spogliarsi per sottoporsi al giudizio dell’aspirante amante. Con il gradimento reciproco lasceranno insieme la trasmissione per vivere, da vestiti si immagina, il primo primo appuntamento. La trasmissione è onda nel Regno Unito dall’estate del 2016 su Channel 4 e non sono mancate le polemiche perché i nudi sono integrali e la scelta dei pretendenti avviene basandosi solo su fattori estetici.

E Discovery in qualche modo aveva già esplorato il tema, prima con Undressed su Nove, dove i concorrenti in mutande e reggiseno si conoscevano dentro un letto, e poi con il reality Nudi e crudi su Dmax. Questa volta però c’è uno spinta maggiore, l’assenza di censura, la trasmissione arriverà anche in chiaro nei prossimi mesi?

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Uomini e Donne, la nuova edizione e le novità in arrivo: ecco cosa succederà

next
Articolo Successivo

Io e Te, Pierluigi Diaco sta male in diretta: “Scusate, sono pieno di Toradol. Se non prendo in tempo i farmaci…”

next