Sono quasi raddoppiati rispetto a ieri i nuovi casi di coronavirus in Italia, secondo i dati forniti dalla Protezione civile. Degli 813 tamponi positivi rilevati nelle ultime 24 ore, più della metà sono in Lombardia che ha registrato 462 nuovi casi. Così il numero totale dei casi dall’inizio della pandemia raggiunge quota 226.699 e il trend dei contagi torna a salire allo 0,35%. In aumento anche le vittime giornaliere: ieri per la prima volta da marzo erano scese sotto la soglia dei 100, attestandosi a 99, mentre oggi se ne registrano 162. Il totale dei decessi sale così a 32.169.

Sono 65.129 le persone attualmente malate in Italia, 1.424 in meno rispetto a ieri, quando il calo era stato di 1.798. Continua a rimanere sopra quota 2mila il numero dei guariti: in totale sono saliti a 129.401, con un incremento rispetto a ieri di 2.075. Lunedì l’aumento era stato di 2.150.

Continua comunque il calo dei ricoveri. In terapia intensiva si trovano 716 persone, 33 in meno rispetto a ieri. Sono ancora ricoverate con sintomi 9.991 persone, 216 in meno in 24 ore. In isolamento domiciliare rimangono invece 54.422 persone (-1.175). In totale sono stati effettuati 3.104.524 tamponi, con un incremento di 63.158 rispetto a ieri. Le persone sottoposte a tampone sono 1.999.599.

Lombardia, con più tamponi tornano a crescere i casi registrati
È tornato a crescere il numero dei casi di coronavirus in Lombardia, contestualmente con quello dei tamponi effettuati, secondo i dati forniti dalla Regione: i nuovi positivi sono 462, per un totale di 85.481 in regione, con 14.918 tamponi effettuati. Ieri i nuovi positivi erano stati 175 con 5.078 tamponi, l’altro ieri 326 con 11.809 tamponi. Numeri che confermano una proporzione stabile tra numero di tamponi effettuati e nuovi contagi rilevati. Continua a diminuire il numero dei ricoverati in terapia intensiva (244, -8 in 24 ore) e negli altri reparti (4.426, -56 in un giorno). I morti sono in totale 15.597, con 54 nuovi decessi, mentre ieri erano stati 24.

In tutta la provincia di Milano sono 102 i nuovi casi, di cui 49 in città. Oggi fa peggio Bergamo, con 144 nuovi casi, mentre va meglio a Brescia, con 41 contagi. Quanto alle altre province, a Como i casi totali sono 3.646 (+13), a Cremona 6.335 (+12), a Lecco 2.687 (+39), a Lodi 3.369 (+16), a Mantova 3.294 (+3), a Monza 5.338 (+42), a Pavia 5.047 (+25), a Sondrio 1.378 (+9), a Varese 3.401 (+9).

Le altre Regioni: i contagi
Nel dettaglio, gli attualmente positivi sono 27.291 in Lombardia (+218), 9.635 in Piemonte (-239), 5.330 in Emilia-Romagna (-195), 3.754 in Veneto (-250), 2.323 in Toscana (-250), 2.264 in Liguria (-75), 3.786 nel Lazio (-40), 2.178 nelle Marche (-137), 1.518 in Campania (-155), 204 nella Provincia autonoma di Trento (-44), 1.941 in Puglia (-54), 1.524 in Sicilia (-15), 600 in Friuli Venezia Giulia (-21), 1.389 in Abruzzo (-24), 308 nella Provincia autonoma di Bolzano (-1), 66 in Umbria (-11), 341 in Sardegna (-39), 49 in Valle d’Aosta (-11), 382 in Calabria (-19), 84 in Basilicata (-9), 212 in Molise (-5).

Le altre regioni: le vittime
Quanto alle vittime, sono in Lombardia 15.597 (+54), Piemonte 3.679 (+47), Emilia-Romagna 3.997 (+11), Veneto 1.820 (+17), Toscana 992 (+3), Liguria 1.376 (+9), Lazio 640 (+12), Marche 986 (+2), Campania 399 (+0), Provincia autonoma di Trento 455 (+2), Puglia 473 (+2), Sicilia 268 (+1), Friuli Venezia Giulia 320 (+0), Abruzzo 389 (+1), Provincia autonoma di Bolzano 291 (+0), Umbria 74 (+1), Sardegna 126 (+0), Valle d’Aosta 143 (+0), Calabria 95 (+0), Basilicata 27 (+0), Molise 22 (+0).

Memoriale Coronavirus

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Serie A, il virologo Di Perri: “Può ripartire senza problema a porte chiuse, contesto di privilegio”

next
Articolo Successivo

Lodi, costringevano gli autisti a guidare fino a 20 ore di fila. Indagati cinque titolari dell’azienda di autotrasporti Plozzer

next