È stato ritrovato senza vita anche il corpo del pronipote di Robert F. Kennedy, Gideon McKean, recuperato nell’estuario della Baia di Chesapeake dopo essere scomparso in mare giovedì scorso insieme alla madre, con la quale aveva fatto una gita in canoa. Il corpo del bambino, 8 anni, è stato recuperato a circa 610 metri di distanza da quello della madre, Maeve Kennedy McKean, nipote di Bob Kennedy, il fratello del presidente Usa John Fitzgerald Kennedy.

Il cadavere della donna, 40 anni, era stato rinvenuto lunedì. Madre e figlio erano stati visti per l’ultima volta nella baia di Chesapeake. Stavano cercando di recuperare una palla, ma a causa della corrente non erano più riusciti a tornare a riva.

La “maledizione” della famiglia Kennedy colpisce ancora: qualche mese fa, era morta di overdose un’altra nipote di Robert Kennedy, Saoirse Hill, deceduta a 22 anni in seguito ad un mix letale di droga e farmaci. Maeve è l’ultima vittima di una tragedia familiare iniziata settant’anni fa. Suo zio Robert, fu ucciso nel ’68 la notte stessa in cui aveva vinto le primarie democratiche per le presidenziali, cinque anni dopo la morte del fratello maggiore, John Fitzgerald Kennedy, il presidente degli Stati Uniti ucciso nel 1963 in un attentato a Dallas, in Texas. Un altro fratello, Joseph, era morto nel ’44 durante la Seconda guerra mondiale, mentre una sorella, Kathleen, aveva perso la vita nel ’48 in un incidente aereo. La “maledizione” dei Kennedy è proseguita poi nel’84 con David, figlio di Robert, ucciso da un’overdose di farmaci, e nel ’97 con un altro dei figli, Michael, morto in un incidente mentre sciava.

Due anni dopo avevano perso la vita, tragicamente, uno dei figli di John Fitzgerald, John, con la moglie e la cognata, vittime di un incidente aereo di fronte alle coste di Martha’s Vineyard, Massachusetts. Nel 2011 un’altra morte prematura: quella di Kara, figlia di Edward Kennedy, stroncata da un infarto. Lo stesso anno si era suicidata la moglie di Robert Kennedy jr, Mary Richardson.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Grande Fratello Vip, vince Paola Di Benedetto: il premio di 100mila euro donato alla Protezione Civile. Secondo Paolo Ciavarro

next
Articolo Successivo

Grande Fratello Vip, Antonella Elia degenera in studio: “Mi alzo e ti strappo i capelli”

next