I sintomi della malattia sono scomparsi quasi subito ma trenta giorni dopo il primo test lui è ancora positivo al coronavirus. È quanto racconta la “Iena” Alessandro Politi in un videomessaggio pubblicato sul sito della trasmissione di Italia1 in cui racconta la sua esperienza da malato di Covid-19, ponendosi alcuni interrogativi. “Quanti potrebbero essere positivi e non saperlo senza il test? – si chiede la Iena – Ho avuto febbre e tosse per pochi giorni, poi mi sono sentito bene. Ma dopo un mese il mio tampone è ancora pienamente positivo”.

“Ormai è quasi un mese che sono senza sintomi, ma l’esito è sempre lo stesso: pienamente positivo. Ho chiesto se è normale, i medici hanno ipotizzato che potrei aver preso una carica virale più aggressiva. Il mio corpo fortunatamente la sta gestendo bene ma ci vuole più tempo per debellarla – spiega Politi -. Perché le istituzioni permettono a persone che hanno avuto i miei stessi sintomi di uscire di casa dopo 15 giorni senza aver ricevuto un tampone? Quante persone potrebbero essere a lavorare con il rischio di diffondere il virus?“. Le Iene si sono fermate subito la notizia del suo contagio e la ripresa della trasmissione è prevista per il 23 aprile.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, lo storico discorso della Regina Elisabetta: “Arriveranno giorni migliori, dobbiamo essere all’altezza della sfida. Uniti ce la faremo”

next
Articolo Successivo

Rocco Siffredi e il suo isolamento in Ungheria: “Mai stato così compresso. Anzi, solo un’altra volta”

next