I sintomi della malattia sono scomparsi quasi subito ma trenta giorni dopo il primo test lui è ancora positivo al coronavirus. È quanto racconta la “Iena” Alessandro Politi in un videomessaggio pubblicato sul sito della trasmissione di Italia1 in cui racconta la sua esperienza da malato di Covid-19, ponendosi alcuni interrogativi. “Quanti potrebbero essere positivi e non saperlo senza il test? – si chiede la Iena – Ho avuto febbre e tosse per pochi giorni, poi mi sono sentito bene. Ma dopo un mese il mio tampone è ancora pienamente positivo”.

“Ormai è quasi un mese che sono senza sintomi, ma l’esito è sempre lo stesso: pienamente positivo. Ho chiesto se è normale, i medici hanno ipotizzato che potrei aver preso una carica virale più aggressiva. Il mio corpo fortunatamente la sta gestendo bene ma ci vuole più tempo per debellarla – spiega Politi -. Perché le istituzioni permettono a persone che hanno avuto i miei stessi sintomi di uscire di casa dopo 15 giorni senza aver ricevuto un tampone? Quante persone potrebbero essere a lavorare con il rischio di diffondere il virus?“. Le Iene si sono fermate subito la notizia del suo contagio e la ripresa della trasmissione è prevista per il 23 aprile.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, lo storico discorso della Regina Elisabetta: “Arriveranno giorni migliori, dobbiamo essere all’altezza della sfida. Uniti ce la faremo”

next
Articolo Successivo

Rocco Siffredi e il suo isolamento in Ungheria: “Mai stato così compresso. Anzi, solo un’altra volta”

next