Un gruppo di ragazzi, armi in pugno, con tanto di parrucca e passamontagna, rapina un furgone portavalori in una strada della periferia di Bari. Alcuni cittadini residenti nella zona, impauriti, notano la scena a distanza e chiamano i carabinieri, ma è il set di un videoclip, i cui protagonisti sono un cantante neomelodico e un rapper. In ogni caso, i militari dell’Arma hanno avvisato la Procura. L’ipotesi di reato, per ora, è di istigazione a commettere un delitto. È successo nella tarda mattinata di sabato, ma la notizia è stata resa nota ieri.

I militari del Radiomobile e della compagnia di Bari Centro sono intervenuti in via Conenna, in periferia, nel quartiere Sant’Anna, chiusa al traffico, dove era in corso la realizzazione, non autorizzata, di un videoclip musicale in cui si simulava, appunto, un assalto a un furgone portavalori. Arrivati sul posto, i militari si sono trovati di fronte a un furgone affiancato da due auto e due moto. Poi hanno notato anche la presenza di 15 persone, tra cui il giovane che stava girando il videoclip, che sarebbe stato poi pubblicato su YouTube, un cantante neomelodico e un cantante rapper, tutti residenti in città e provincia. La troupe stava usando anche un drone per le riprese dall’alto. Due persone, in particolare, sono state trovate in possesso di una pistola giocattolo e un’altra anche di un passamontagna, oltre che di una parrucca. Tutti i veicoli e il materiale scoperto sono stati sequestrati.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Roma, Comune ritarda il trasloco dalla sede di via del Tritone: 750mila euro in più da pagare. Ogni anno vengono spesi 15 milioni in affitti

next
Articolo Successivo

Brescia, scoperta la “fabbrica” dell’evasione: 22 arresti per associazione a delinquere. False operazioni per mezzo miliardo

next