Dal Movimento 5 stelle arriva l’endorsement ufficiale per Sergio Costa come candidato alla presidenza della Regione Campania. In un video postato su Facebook, la consigliera regionale Valeria Ciarambino lancia la candidatura del ministro dell’Ambiente: “Con umiltà – spiega l’esponente grillina – mi sento di dire che c’è una persona più capace di me di parlare a tutti. Questa persona per me è Sergio Costa oggi ministro dell’Ambiente, un uomo dello Stato, che da generale dei carabinieri ha combattuto contro chi ha avvelenato l’ambiente”. Ciarambino aggiunge: “I cittadini campani ci chiedono una svolta, e chi fa politica deve sentire il dovere di compiere le scelte migliori. Io questo dovere lo sento e sono convinta che Sergio Costa sia la scelta migliore. Io sarò in prima linea e ho proposto la mia candidatura al Consiglio regionale e lavorerò a testa bassa come ho sempre fatto. E se Sergio Costa dovesse essere il nostro candidato presidente, io lo sosterrò e sarò al suo fianco, ancor più convinta che così riusciremo finalmente a dare risposte ai cittadini”

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

M5s in Campania punta sul ministro Costa. Il via libera di Crimi, Fico e Di Maio. Pd regionale: “De Luca è il candidato, sì a un campo largo”

next
Articolo Successivo

Migranti, 3 euro al giorno in più a persona: polemiche su nuove gare d’appalto per i centri d’accoglienza. Ong: “Favore a multinazionali”

next