“Una cosa che non accetto e non accetterò mai è questa storia che non puoi più dire a una donna che è bellissima. Che le donne si offendano non ci credo”. È lo sfogo fatto da Amadeus in un’intervista a Oggi, in cui il conduttore del Festival di Sanremo è tornato sulla questione delle polemiche che nei giorni scorsi hanno accompagnato le sue dichiarazioni durante la conferenza stampa di presentazione della 70esima edizione della kermesse musicale. “Poi non esclude il resto, non è che uno debba precisare ogni volta: sei intelligente, colta, interessante e anche bellissima. Che ipocrisia”.

E sulla lettera scritta dalle 29 deputate per chiedere le sue scuse pubbliche dice: “La politica dovrebbe lottare per le cose vere, non preoccuparsi di Amadeus. Scendiamo in piazza per i problemi seri delle donne, ci sarebbero tantissimi uomini e verrei anch’io. Queste azioni su Sanremo servono per avere visibilità e forse per nascondere che non stai facendo nulla”. Tra i tanti attacchi ricevuti però, la cosa che più lo ha confortato è “la solidarietà di tanti colleghi, che ringrazio. Ma soprattutto l’affetto delle persone per strada: c’è gente che mi accarezza, come se provasse dispiacere per quello che mi sta succedendo. Entro nelle case degli italiani da vent’anni, per tanti sono diventato uno di famiglia, e quando attaccano uno di famiglia ci rimani male”.

Articolo Precedente

Festival di Sanremo 2020, Antonella Clerici difende Amadeus: “Dovremmo abbassare i toni, mi è dispiaciuto per lui”. E poi sulla Rai “tutto risolto”

next
Articolo Successivo

Emma Marrone: “I miei capelli non saranno più biondi. Dopo l’operazione i medici mi ha sconsigliato di tingermi”

next