Donald Trump è a Milwaukee, in Wisconsin, per un comizio insieme al suo vice Mike Pence. A un certo punto, il presidente degli Stati Uniti viene contestato (non si sa se da un gruppo di persone o da una persona sola). Sta di fatto che Trump ironizza sulla ragazza protagonista delle critiche: “Ora andrai a casa e passerai dei guai. Ti garantisco che tua mamma ha votato per me. E farà lo stesso da qui ai prossimi dieci anni, quando correrò ancora per le presidenziali”.

Alla seconda contestazione, invece, l’inquilino della Casa Bianca ne approfitta per parlare delle proteste di Teheran: “Avete visto? Per la prima volta sono tutti dalla nostra parte. Ci amano. Qassem Soleimani? A causa sua ci sono uomini e donne che vanno in giro senza gambe e senza braccia. Quel figlio di p…”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

TRUMP POWER

di Furio Colombo 12€ Acquista
Articolo Precedente

Iran, Trump: “Soleimani mostruoso terrorista e figlio di puttana. La sua vita è stata misera”

next
Articolo Successivo

‘La guerra mondiale non ci sarà. Ma il Mediterraneo non esiste’. Conversazione con Lorenzo Trombetta (Beirut)

next