Il Twitter malandrino di Paola Ferrari colpisce ancora. Dopo il cinguettio a segnalare le virtù militari dell’amministrazione Trump che fa secco il generale iraniano Soleimani (“Grande azione dell’intelligence americana contro un loro nemico giurato. Finalmente qualcuno con le palle. Ne avessimo anche noi invece di politicamente corretti capaci solo di subire e criticare”) eccola tornare al pane per i propri denti, il calcio. Mentre ancora all’Olimpico la Roma tenta di riacciuffare la Juventus in vantaggio di 2 gol a 1, e poco dopo il grave infortunio capitato al centrocampista giallorosso Nicolò Zaniolo (rottura del crociato anteriore del ginocchio destro) ecco il cinguettio non proprio felicissimo della Ferrari: “Grave infortunio per Zaniolo. Si teme rottura dei legamenti. Francesco Totti si fratturo’ il Perone il 19 Febbraio 2006 e dopo 5 mesi diventò Campione Del Mondo con L’Italia a Berlino. Che sia di buon auspicio”. In un attimo, proprio mentre la Ferrari è in onda alla Domenica Sportiva, le risposte ironiche al tweet si sprecano. “Ma quindi lei augurerebbe cento di questi giorni ad un funerale?”. “Ma si infatti quasi quasi me li rompo pure io, hai visto mai”. Nel 2001 Iva Zanicchi ha ca*ato in diretta in Rai. Che sia di buon auspicio per il successo de La Domenica Sportiva?”. Insomma, non c’è un commento sotto l’infausto auspicio ferrariano a darle ragione. Ma la storica giornalista sportiva della Rai non demorde e finita la diretta della DS quando siamo quasi alle tre di notte posta un titolo della Gazzetta: “Aspettiamo Zaniolo come Totti nel 2006”. Sottolineando, con ulteriore incomprensibilità per rattoppare una situazione sfuggita di mano: “Commento della Gazzetta di questa notte. Non aggiungo altro”. Ma la toppa è peggio del buco. Sipario. E in bocca al lupo al povero Zaniolo.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Grande Fratello Vip, Salvo Veneziano su Elisa De Panicis. Parole inqualificabili: “Si merita due schiaffi, è proprio da maciullarla”. Panicucci all’attacco: “Mi fa orrore”

next
Articolo Successivo

Luigi Mario Favoloso, l’ex di Nina Moric ancora scomparso. Lei: “E’ stato violento con me e con mio figlio. La sua sparizione è finta”

next