“La madre di tutti i rischi è il fatto che in Italia abbiamo preso l’abitudine di giocare con la Costituzione e con le regole fondamentali come strumenti per la politica quotidiana. Stiamo usando la legge elettorale, che dovrebbe essere uno strumento tecnico, per attuare scelte politiche”. Lo ha detto a La regola del gioco, l’approfondimento di Sky Tg24 sull’importanza che la legge elettorale ha per la democrazia del Paese, il presidente emerito della Corte Costituzionale, Giovanni Maria Flick. “Mi fa paura – ha aggiunto Flick – che il ritorno alla Costituzione, non come un ritorno al passato ma come un’apertura per il futuro, finisca con identificarsi in concreto con un ritorno a un sistema elettorale proporzionale puro, che andava bene in passato e forse adesso non va più bene”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Mattia Santori (Sardine): “No a 20 anni di Salvini. Governo? Serve discontinuità. Noi diversi geneticamente da M5s”

next
Articolo Successivo

Paragone: “Di Maio? Non si dimetterà. Io e Di Battista faremo insieme qualcosa di culturale che si richiama alle origini del M5s”

next