È morto a 84 anni il giornalista e scrittore Giampaolo Pansa. Per decenni firma di Repubblica e L’Espresso, nella sua lunga carriera ha lavorato per i principali quotidiani italiani: dalla Stampa, dove ottenne il suo primo contratto giornalistico, nel 1961, al Giorno, dal Corriere della Sera al Messaggero, dal settimanale Epoca a Panorama. Laureato a Torino in Scienze politiche con una tesi sulla Guerra partigiana tra Genova e il Po, negli anni 2000 ha pubblicato un ciclo di saggi dedicati a quegli anni, ma focalizzati sulle violenze che sarebbero state compiute dai partigiani stessi: su tutti Il Sangue dei vinti. Libri che hanno suscitato accesi dibattiti e durissime polemiche sulla selezione delle fonti storiografiche. Dopo il 2008, quando abbandonò polemicamente il Gruppo Espresso, in contrasto con la linea editoriale, ha scritto per Il Riformista, poi Libero e Panorama, The Post Internazionale, fino al ritorno a Corriere dallo scorso anno.

Tra i suoi libri recenti, l’autoritratto provocatorio Quel fascista di Pansa e un pamphlet su Salvini intitolato Ritratto irriverente di un seduttore autoritario. Pansa è morto a Roma assistito dalla sua compagna, la scrittrice Adele Grisendi . Nel 2016 aveva perso il figlio Alessandro, ex ad di Finmeccanica morto di malattia a 55 anni.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

L’attentato di via Rasella fu discutibile. Ma la foga polemica contro il Pci è eccessiva

next
Articolo Successivo

Giampaolo Pansa, giornalista rompiscatole e fuoriclasse che ha scritto le ragioni di chi stava “dalla parte sbagliata”

next