L’agenzia di rating Fitch ha declassato le emissioni a medio termine da 10 miliardi di euro di Atlantia, al livello BB da BBB. Il downgrading segue “la decisione del governo italiano di modificare unilateralmente le norme esistenti sulla concessione del pedaggio stradale per legge che, a nostro avviso, ha un impatto negativo significativo sul profilo creditizio del gruppo”, si legge nella nota. Anche Moody’s nei giorni scorsi aveva abbassato il rating della società. Le valutazioni espresse dalle agenzie di rating hanno l’obiettivo di riflettere il merito creditizio, la solidità e la solvibilità delle aziende e delle loro emissioni di obbligazioni sul mercato.

La holding della famiglia Benetton ha fatto sapere che la decisione “potrebbe determinare, come potenziale effetto, la richiesta da parte della Banca Europea per gli Investimenti e della Cassa Depositi e Prestiti del ripagamento anticipato – sulla base dei contratti di finanziamento in essere – di prestiti erogati ad Autostrade per l’Italia per un importo di circa euro 2,1 miliardi di cui circa 1,8 miliardi garantiti da Atlantia, con conseguente assorbimento di linee di credito di Atlantia e di Autostrade per l’Italia”.

La notizia arriva dopo i notevoli guadagni di valore delle azioni di Atlantia in Borsa nella giornata di mercoledì. Fitch ha abbassato anche i rating di default delle emissioni a lungo termine di Autostrade per l’Italia (Aspi) a BB+ da BBB+ e il rating di default di Aeroporti di Roma (AdR) a BBB- da BBB+. Le valutazioni rimangono al livello negativo, ossia Rating Watch Negative (Rwn). Sia Autostrade che Aeroporti di Roma, ricorda Fitch, sono risorse infrastrutturali di proprietà di Atlantia.

L’agenzia continua affermando che la probabilità di una conclusione anticipata delle concessioni autostradali “è in crescita” e sta aumentando anche il rischio di una lunga battaglia legale da parte di Autostrade, “la cui durata e il cui risultato sono imprevedibili in questo momento”. L’agenzia spiega che la valutazione negativa del gruppo “riflette una significativa incertezza sui futuri sviluppi“.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Alitalia, Battisti (Fs) alza il velo sul fallimento del salvataggio: “Il nostro ruolo è tramontato. Ingresso di Atlantia? Condizionato ad altro”

next
Articolo Successivo

Popolare Bari, Savona: “Carenze nei prospetti? Consob non entra nei conti”. Bankitalia: “Sì a ristoro in caso di vendite scorrette”

next