La ministra Teresa Bellanova ha detto “una serie di bugie” e “ha ammesso di aver deciso di spostare risorse dagli agricoltori ad altri progetto tra cui Gal e Dajs“, ovvero gruppi di azione locale e Distretto agroalimentare di qualità Jonico Salentino. La senatrice del M5s Barbara Lezzi con un’intervista rilasciata il 24 dicembre ad Affari Italiani ha risposto ai chiarimenti che sono arrivati dalla ministra di Italia Viva sui fondi stanziati per l’emergenza Xylella (300 milioni). L’ex ministra del Sud aveva denunciato con un post su Fb che 40 milioni verranno destinati appunto ad alcuni progetti, invece che direttamente agli agricoltori colpiti. Bellanova ha replicato che quelle disposizioni erano inseriti “nelle norme scritte dal Governo precedente, del quale la signora Lezzi faceva parte”.

Per la senatrice Cinquestelle questa è una bugia: “Sostiene che il piano fosse previsto dal nostro governo: mente. Quello di cui parla la ministra è il piano Gentiloni per il completamento del quale avevo stanziato 30 milioni di euro“, racconta Lezzi. “Ma ben due incontri in Prefettura con gli agricoltori, avevano reso chiaro il fallimento di quella politica tant’è che interveniamo in modo più significativo nel decreto emergenze agricoltura con lo stanziamento dei 300 milioni a favore unicamente dell’area infetta e solo per la rigenerazione”, spiega la senatrice del M5s.

Opposta la tesi esposta dalla ministra renziana nella sua replica alle accuse: “C’è un piano di febbraio 2019, firmato dal ministro Centinaio e frutto di un lungo lavoro tecnico. In quel piano tra le varie attività ci sono già i fondi, messi allora dalla regione, per le azioni sviluppate attraverso i Gal o sono richiamati gli investimenti nazionali nei contratti di distretto”, ha spiegato Bellanova in un lungo post su Facebook. Dove ha aggiunto: “Non esiste nessun piano Gentiloni. Nella legge di bilancio 2018 e in quella 2019 sono stati stanziati 14 milioni di euro per finanziare contratti di distretto nell’area della Xylella”.

Nella sua intervista ad Affari Italiani, Lezzi ha replicato anche a Italia Viva che l’accusa di giocare di sponda con la Lega: “Magari a Roma la questione Xylella non era ancora arrivata, ma tra gli agricoltori in Salento c’è preoccupazione e fermento. Spero con il mio intervento di aver dato voce ai loro timori”.“Gli attacchi e le illazioni non mi toccano, vorrei solo che oltre agli insulti venissero portati sul piatto dei contenuti. E non ne vedo. Che io stia in combutta con la Lega fa ridere, per loro sono stato un ministro scomodo nel precedente governo e di sicuro ho idee molto distanti dalle loro, sul Paese e sul Sud in particolare”. “È vero però che con Gianmarco Centinaio sul tema Xylella e i 300 milioni dati agli agricoltori abbiamo lavorato bene, in accordo. Non c’è altro”, ha concluso la senatrice M5s.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Lorenzo Fioramonti si è dimesso, il suo post d’addio: “Ai ragazzi chiedo di non arrendersi alla politica del ‘non si può fare'”

next
Articolo Successivo

Fioramonti dimesso, la ministra M5s Dadone: “Se hai coraggio, non scappi”. Gelo dei 5 stelle, critiche di Italia Viva: “Non lo si è mai visto”

next